24 gennaio 2020
Aggiornato 07:00
Calciomercato

Bacca, idea Marsiglia: ma il calciatore non è convinto

L’Olympique sembra realmente intenzionato a mettere le mani sul centravanti colombiano, reduce da una stagione tutt’altro che esaltante in rossonero. Da via Aldo Rossi chiedono 25 milioni, il Marsiglia propone un prestito con diritto di riscatto, il Milan rilancia con un obbligo. La trattativa entra nel vivo.

L'attaccante colombiano Carlos Bacca
L'attaccante colombiano Carlos Bacca ANSA

MILANO - Secondo i colleghi francesi di beIN Sports, rete globale di canali sportivi di proprietà comune e gestiti da Investments Sport Qatar, il Milan potrebbe essere molto vicino alla risoluzione di un bel problema: la cessione di Carlos Bacca. La notizia che ha ripreso a circolare nella giornata di ieri con una certa insistenza è relativa ad un interessamento sempre più sostanzioso dell’Olympique Marsiglia per l’attaccante colombiano. 

C’è solo il Marsiglia
Non che questo possa ancora voler dire molto, visto che sappiamo bene che il vero obiettivo di Carlitos è quello di tornare nella sua Siviglia, ma il club andaluso sembra tutt’altro che intenzionato ad investire anche solo una parte di quei 30 milioni spesi indebitamente da Galliani due anni fa per portare Bacca in rossonero. Quindi resta viva solo la pista che porta in Provenza, per quanto anche da Marsiglia non è che siano poi dispostissimi ad investimenti massicci. Comprensibile alla luce dell’ultima deprimente stagione del colombiano e della sua carta d’identità che alla voce anno di nascita recita 1986.

Obbligo, non diritto
In ogni caso il Milan per il suo attaccante vorrebbe incassare sui 25 milioni di euro, richiesta alla quale l’OM avrebbe risposto con una controproposta di prestito con diritto di riscatto.  il club  cosa che .  vista la posta in palio  lanciata nel 2012. Ipotesi immediatamente rigettata da Fassone e Mirabelli che sarebbero disposti a lasciar partire Bacca in prestito solo se l’opzione fosse con obbligo di riscatto, non di prestito. 
A quel punto poi ci sarebbe da convincere Bacca che ancora continua a ripetere di volere restare al Milan per giocarsi le sue carte. Tesi che non vale la pena di tenere troppo in considerazione: siamo nell’anno che porta al Mondiale e anche per l’ex Siviglia è fondamentale giocare per non perdere la maglia dei Cafeteros.


ipotesi che il Milan sarebbe disposto ad accettare solamente con l'inserimento dell'obbligo di riscatto.