16 settembre 2019
Aggiornato 18:30

Milan: difficoltà per Witsel, l’alternativa è Banega

Il club rossonero, sempre intenzionato a mettere a disposizione di Mihajlovic un centrocampista di qualità, sembra aver spostato le proprie attenzioni dal belga Witsel, sempre più caro e difficilmente irraggiungibile, all’argentino del Siviglia Banega. La concorrenza è agguerrita perché il classe ’88 è in scadenza ma Galliani vorrebbe usare la carta Zapata.

MILANO - La necessità aguzza l’ingegno. Così, viste le non floridissime condizioni delle casse rossonere e le dimensioni extra-large della rosa a disposizione del tecnico rossonero Mihajlovic, Adriano Galliani sembra aver trovato la soluzione più adatta per mettere insieme le due esigenze: sfoltire  da una parte e aumentare la qualità complessiva del Milan dall’altra.
Partiamo dal principio e dalla difficoltà sempre più evidente di poter raggiungere quel centrocampista che a Milanello sognano da anni: il belga Axel Witsel, già corteggiato anche nella scorsa sessione di mercato e alla fine rimasto nel suo club, lo Zenit San Pietroburgo. Chi pensava che a gennaio si potesse tentare un altro assalto, anche in considerazione del fatto che la mezzala dei diavoli rossi è in scandeza di contratto nel 2017 e non intende rinnovare con il club russo, probabilmente rimarrà deluso. 

Witsel mission impossible
La squadra del portoghese Villas-Boas infatti è approdata agli ottavi di finale di Champions League dove affronterà il Benfica e a questo punto appare davvero una mission impossible riuscire a strappare il talento di Witsel ai russi. Se non con un’offerta folle di oltre 30 milioni di euro che al momento appare decisamente fuori portata per le finanze del Milan.
Ed ecco la soluzione alternativa: Ever Banega. 

L’alternativa è Banega
Il centrocampista argentino, classe ’88, regista dai pieni buoni ed elemento di indubbio interesse, è in scadenza di contratto con il Siviglia a giugno 2016 e su di lui si è acceso l’interesse dei principali top club europei, dalle italiane Inter e Juventus, fino a Liverpool, Manchester City, Sunderland e Tottenham in Inghilterra. Adriano Galliani però vanta con il club andaluso un rapporto privilegiato, frutto dell’operazione Bacca, che ha consentito al Siviglia di incassare ben 30 milioni dal Milan, ma anche della cessione di Adil Rami che ha fatto il percorso inverso rispetto al bomber colombiano.

Zapata offerto al Siviglia
Ai recenti vincitori dell’Europa League serve ancora un difensore centrale e, complice la sovrabbondanza in quel settore, Galliani sta provando ad offrire  al Siviglia Cristian Zapata, già visto in Spagna con la maglia del Villareal. Al momento la risposta non è stata entusiastica, ma non sono esclusi ulteriori sviluppi della vicenda. Banega a giugno si libererebbe gratis, quindi il difensore dei cafeteros rappresenterebbe giusto un piccolo indennizzo in caso di passaggio del playmaker argentino al Milan già a gennaio.
Un’operazione che farebbe tutti felici e consentirebbe a entrambi i club di colmare le rispettive lacune della rosa. Lo sanno al Milan e lo sanno anche al Siviglia.