4 dicembre 2021
Aggiornato 03:00
Calcio-Calciomercato

Milan, nasce la coppia dei sogni: Ibrahimovic-Jackson Martinez

Adriano Galliani è volato nuovamente in Portogallo per cercare di chiudere la pratica relativa all’acquisto del centravanti colombiano, per poi dedicarsi a Zlatan Ibrahimovic. Si profila all’orizzonte una coppia gol sensazionale.

MILANO - Ha ricominciato a salire e scendere dagli aerei al ritmo di un un controllore di volo dell’Alitalia e questo, per i tifosi del Milan, è un gran bel segnale. Naturalmente parliamo di Adriano Galliani, tornato a Milano appena 24 ore fa dal primo tour di Portogallo e Principato di Monaco e subito ripartito, ancora in direzione Oporto, dove ad attenderlo ha trovato i dirigenti del club lusitano. Accanto all’amministratore delegato per la parte sportiva del Milan, ancora Nelio Lucas, patron della Doyen Sports e ormai nuovo ed inseparabile compagno d’avventura dell’esperto uomo di mercato rossonero. Una coppia sensazionale che promette scintille.

Ibrahimovic: «Voglio tornare al Milan»
Almeno quanto quella che i due manager stanno cercando di mettere a disposizione di Sinisa Mihajlovic per la prossima stagione calcistica: Zlatan Ibrahimovic e Jackson Martinez.
Del centravanti svedese abbiamo già raccontato diffusamente. La telefonata di ieri sera tra Galliani e Ibra è stata più di una dichiarazione d’intenti: il bomber ha detto si e ha ribadito il suo desiderio inattaccabile di tornare al Milan, pur consapevole che in questo modo sarà costretto a rinunciare sia ad una congrua fetta dell’ingaggio che tutt’ora gli garantisce il Paris Saint Germain (14 milioni di euro netti l’anno) che alla partecipazione alla prossima Champions League. Ma tutto questo non conta per Ibrahimovic. Colui che per un lungo periodo della sua carriera è stato definito «lo zingaro del calcio», incapace di legarsi a nessun club, è oggi invece protagonista di una delle più struggenti storie d’amore e di calcio degli ultimi anni.

D’obbligo sfatare la tradizione negativa dei ritorni
Al Milan sperano solo che Ibra possa mutare la tendenza tutt’altro che gratificante delle cosiddette «minestre riscaldate». Le recenti operazioni bis di Shevchenko e Kakà sono nella mente di tutti i tifosi, ma tornando indietro non si può dimenticare che la stessa sorte infausta toccò anche a Gullit e Donadoni quando fecero marcia indietro dopo aver lasciato la prima volta Milanello. Ibrahimovic però sembra avere le qualità fisiche, tecniche e morali per ribaltare il trend e riportare il Milan lì dove merita di stare, ai vertici del calcio che conta.

Jackson Martinez, secondo incontro in tre giorni
Operazione che risulterebbe decisamente più agevole se Galliani e Nelio Lucas dovessero riuscire a condurre in porto anche l’operazione Jackson Martinez. La dirigenza rossonera sembra entrata nell’ordine di idee di pagare per intero la clausola rescissoria che lega il centravanti colombiano al Porto (35 milioni di euro), ma l’intenzione dell’ad è quella di proporre ai lusitani una dilazione del pagamento.
E mentre i due club discutono sulle modalità, Luiz Henrique Pompeo, agente di Jackson Martinez, intervistato da «O Jogo", ha chiarito la posizione del suo assistito, avvicinando ulteriormente il calciatore al Milan: «Il futuro di Jackson è già praticamente definito e dovrebbe essere chiarito nei prossimi giorni. Il giocatore andrà in un grande club europeo che verrà reso noto non appena verrà firmato il contratto. Da quello che è stato concordato, il Porto riceverà i 35 milioni previsti dalla clausola rescissoria. Le trattative sono in corso da alcune settimane, resta da sistemare alcuni dettagli e poi la partenza di Jackson Martinez dal Porto diventerà una realtà».

Ibra-Martinez, la coppia dei sogni
Inutile aggiungere che Ibrahimovic più Jackson Martinez rappresenterebbe una coppia d’attacco da favola, il punto di partenza ideale per costruire un Milan di nuovo vincente. Una volta messi insieme poi toccherà a Sinisa Mihajlovic trovare l’alchimia giusta tra i due bomber e il resto della squadra, ma di sicuro sarà un bel modo per ripartire.

E i tifosi del Milan già hanno ricominciato a sognare.