20 novembre 2019
Aggiornato 18:00

Milan: ko Rami, contro il Chievo torna Mexes

Ennesima tegola sul Milan e ancora una volta nel reparto difensivo. Adii Rami è costretto a fermarsi per una lesione al polpaccio e va ad aggiungersi ai vari Zapate, Abate e De Sciglio. Per fortuna di Inzaghi, torna dopo la lunga squalifica il francese Mexes, chiamato a riabilitarsi dopo la sceneggiata contro la Lazio.

MILANO - Povero Inzaghi. Continua a lamentarsi dell’emergenza infortuni e non c’è settimana che, pur recuperando qualcuno, non perde altri pezzi per strada. Tolti i lungodegenti Zapata, Abate e De Sciglio, la prossima partita del Milan, in programma sabato sera al Bengodi di Verona contro il Chievo, doveva rappresentare un parziale momento di svolta grazie al recupero di due difensori centrali, vittima entrambi di infortunio+squalifica, Gabriel Paletta e soprattutto Philippe Mexes. Invece nel pomeriggio è arrivata la tegola che ha di nuovo scombussolato i piani di Inzaghi, costretto a rinunciare a Rami, per un problema muscolare. Come recita il comunicato ufficiale diffuso dall’Ac Milan infatti, il difensore franco-marocchino soffre «di una lesione al polpaccio destro e tra una settimana effettuerà nuovi controlli medici».

RAMI OUT, RIENTRANO ALEX E PALETTA - Così mister Inzaghi dovrà fare a meno di uno dei rossoneri più positivi visti in campo contro il Cesena, e sarà costretto a disegnare per l’ennesima volta un nuovo reparto difensivo. Considerando Bonera e Antonelli già con la maglia da titolare addosso per il match contro i clivensi di Maran, il tecnico del Milan sarà costretto a varare una nuova coppia di difensori centrali potendo contare stavolta sul brasiliano Alex, anche lui pienamente recuperato dopo la frattura al naso patita contro l’Empoli, Bocchetti, autore di una discreta prova da titolare con il Cesena, e i due reduci da squalifica Paletta e Mexes.

MEXES PERDONATO DOPO LA SQUALIFICA - Sarà interessante scoprire se per Pippo Inzaghi e l’intera dirigenza rossonera le quattro giornate scontate dal francese dopo l’indegna gazzarra andata in scena all’Olimpico contro la Lazio saranno servite per considerare estinto il suo debito di lealtà e correttezza con l’universo Milan. Se così sarà, probabilmente rivedremo Mexes in campo già sabato sera, vista la serie di prestazioni brillanti offerte prima di quell’assurdo sabato di fine gennaio. Altrimenti sarà concessa fiducia a Bocchetti e al suo fianco vedremo uno tra Alex e Paletta.

CONTRO IL CHIEVO L’IMPERATIVO È VINCERE - Una cosa è certa, nell’ipotesi - ancora piuttosto remota - di una rincorsa ad un posto nella prossima Europa League, vincere contro il Chievo diventa un imperativo categorico. Ecco perchè, anche in considerazione delle recenti parole di Adriano Galliani («l’eventuale conferma di Inzaghi sulla panchina del Milan dipende dai risultati»), non sono ammessi passi falsi. Compito dell’allenatore rossonero far passare il messaggio forte e chiaro ai suoi ragazzi.