23 ottobre 2019
Aggiornato 20:00

De Jong verso lo United, Baselli e Valdifiori per il nuovo Milan

In attesa di concludere una stagione sempre più difficile e ormai senza più alcun obiettivo da raggiungere, la dirigenza rossonera inizia a muoversi per l’anno prossimo. Il centrocampista olandese non rinnoverà il contratto in scadenza e raggiungerà Van Gaal a Manchester. Occhi puntati sui due registi di Atalanta e Empoli.

MILAN0 - Ricostruzione fa rima con rivoluzione. È giocando su questa rima che dovremo interpretare il futuro mercato rossonero, durante il quale Adriano Galliani avrà il difficile incarico di smaltire una rosa ricchissima, costosissima ma tutt’altro che prestigiosa. Degli attuali uomini sotto contratto con il Milan, ben 39 calciatori, sono pochi quelli sicuri di restare, tanti quelli che andranno via, diversi quelli che hanno ancora qualche possibilità di giocarsi una riconferma.
In uscita ci sono sicuramente Essien, Van Ginkel, Albertazzi, Muntari, Mexes, Zaccardo, Zapata, Pazzini, Robinho, Birsa, Nocerino e De Jong. Proprio il centrocampista olandese rappresenta la rinuncia più dolorosa per il Milan: era considerato un possibile pezzo pregiato del mercato rossonero e andrà via invece a parametro 0, dopo aver deciso di non rinnovare il contratto con il club di via Aldo Rossi per raggiungere il suo mentore Louis Van Gaal al Manchester United. 

BASELLI PRIMO NOME PER IL NUOVO MILAN - Restano attualmente in bilico le posizioni Destro, Bonera, Rami, Matri ed El Shaarawy, mentre è tutto da intepretare il destino di alcuni giovani in giro per l’Italia come Saponara, Petagna, Niang, Suso e Gabriel.
Facile immaginare che la prossima estate sarà necessaria per il Milan una campagna acquisti importante, soprattutto in quel settore di campo lasciato colpevolmente in disparte quest’anno, il centrocampo.
Il primo obiettivo della lista è senza dubbio Daniele Baselli. Sul regista dell’Atalanta esiste già una sorta di preaccordo tra la dirigenza rossonera e quella orobica, ma da qui a veder conclusa l’operazione ce ne corre, anche perché al Milan si combatte sempre con il solito problema: un’assoluta e disperata mancanza di fondi. Ecco perché Galliani proverà a strappare il talentino dell’Under 21, classe ’92, grazie a un prestito oneroso (due milioni) con obbligo di riscatto fissato a 4-5 milioni di euro nell’estate 2016.

SACRIFICIO SAPONARA PER AVERE VALDIFIORI - A quel punto si potrà passare a trattare con l’Empoli per Valdifiori, una delle rivelazioni di questo campionato. L’asso nella manica di Galliani si chiama Riccardo Saponara, tutt’ora in prestito ai toscani, ma così si dovrà rinunciare definitivamente a un giovane su cui il Milan ha sempre fatto tanto affidamento per il futuro. A Milanello però si sa, il futuro è adesso.