5 dicembre 2020
Aggiornato 23:00
Calciomercato

Milan, le priorità sono Destro e Baselli. Siqueira nome nuovo per la fascia

L’ennesimo passo falso ha velocizzato le manovre di mercato dei rossoneri: Galliani continua a pressare la Roma per l’attaccante giallorosso e tenta l’Atalanta proponendo uno scambio Saponara-Baselli. Intanto è Siqueira l’uomo giusto individuato per il ruolo di terzino sinistro, ma l’Atletico Madrid non è disposto al prestito.

MILANO - Aria di bufera a Milanello, mentre Silvio Berlusconi si diletta con il suo ormai celebre hip hip hurrà presidenziale, la squadra rischia di affondare definitivamente. Potrebbe essere questa la sintesi degli ultimi giorni di fuoco in casa Milan. Il numero uno rossonero, alla vigilia del match di campionato contro il Torino, ha accolto con entusiasmo Alessio Cerci, tanto da dedicargli, alla presenza di tutto il resto della squadra, un coro da riunione dei boy scout. Sul campo però poi i suoi ragazzi non hanno risposto in maniera adeguata, è arrivato il pareggio nella maniera che tutti conosciamo e sono emerse per l’ennesima volta tutte le lacune della rosa rossonera. 

DESTRO, PRESSING SULLA ROMA: «VOGLIO GIOCARE» - Sconfessando quindi le discutibili teorie di Berlusconi, riguardo il presunto valore del Milan, Adriano Galliani è al lavoro già da qualche giorno per riuscire ad offrire a Pippo Inzaghi rinforzi all’altezza.

Il primo nome della lista è ancora quello di Mattia Destro, oggetto del desiderio dell’intera dirigenza rossonera. La Roma non sembra intenzionata  a cedere l’attaccante in prestito con diritto di riscatto (accetterebbe eventualmente un «obbligo», ma da questo orecchio Berlusconi non ci sente), ora però è proprio il n. 22 giallorosso ad alzare la voce e pretendere un posto da titolare oppure una cessione: «A ventitré anni non si dovrebbe più essere considerati giovani - le parole del centravanti marchigiano alla rivista Undici -. Non mi piace fare come il sesto uomo nel basket, preferisco essere fra i cinque. La mia ambizione è di essere sempre fra chi comincia le partite». 

Messaggio forte e chiaro diretto a Garcia e Sabatini. Come risponderà adesso la Roma?

IDEA DI SCAMBIO BASELLI-SAPONARA CON L’ATLANTA - Intanto a Milanello è arrivato lo spagnolo del Liverpool Suso che si aggregherà ai nuovi compagni rossoneri presumibilmente dal 1 luglio, a meno che i Reds non decidano di voler rinunciare allo spagnolo fin d’ora, senza però alcun indennizzo da parte del Milan. Per quanto riguarda il centrocampo, Galliani è da tempo sulle tracce di Baselli, mezzala classe ’92 già nazionale under 21 e perfetto prospetto del calciatore moderno, abile sia nell’interdizione che nella costruzione. L’idea del Milan è di ripetere l’operazione Bonaventura, magari offrendo all’Atalanta Riccardo Saponara, giocatore molto richiesto che però in rossonero sta trovando poco spazio.

SIQUEIRA O SANTON PER LA FASCIA SINISTRA - La novità di mercato in casa Milan arriva dalla Spagna, dove gioca l’ex udinese Siqueira. Il brasiliano, acquistato dall’Atletico Madrid soltanto qualche mese fa per la bellezza di 10 milioni di euro, non ha conquistato il Cholo Simeone ed è per questo che Galliani si è fatto avanti. Il solito handicap è la formula proposta dall’ad rossonero, un prestito per sei mesi che naturalmente non soddisfa i colchoneros. L’alternativa potrebbe essere Santon del Newcastle, anche qui grazie ad un scambio con Niang, molto apprezzato dal club inglese.

CESSIONI, ANCORA UN RIFIUTO DA ZACCARDO E ALBERTAZZI - E mentre Galliani è costretto a fare carte false per riuscire ad avere calciatori di qualità senza spendere una lira (quanto potrà ancora andare avanti questo teatrino), al Milan è sempre più difficile sfoltire la rosa. Detto di Saponara e di Niang, al centro di possibili trattative di mercato, sono altri due i calciatori che stanno facendo letteralmente dannare l’anima alla dirigenza rossonera, Zaccardo e Albertazzi. Entrambi richiesti dal nuovo Bologna targato Usa, hanno opposto un netto rifiuto al salto di categoria, bloccando di fatto l’ennesimo tentativo del Milan di cederli.