29 marzo 2020
Aggiornato 15:00
Politica e finanza

Soros incontra Gentiloni, ma perché il Governo ha nascosto tutto?

L'imprenditore, filantropo e finanziere ha intenzione di investire (nuovamente) in Italia, ha anticipato Milano Finanza in un articolo che spiegava come mai il miliardario di origini ungheresi ha incontrato in questi giorni il presidente del Consiglio

ROMA - L'imprenditore, filantropo e finanziere George Soros ha intenzione di investire (nuovamente) in Italia, ha anticipato Milano Finanza in un articolo che spiegava come mai il miliardario di origini ungheresi ha incontrato in questi giorni il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

LEGGI ANCHE: Classifica Forbes 2017, ecco gli uomini e le donne più ricchi del mondo

Soros valuta investimenti medio-lungo termine in Italia
Il 29° uomo più ricco al mondo secondo le stime Forbes che gli attribuisce un patrimonio di 25,2 miliardi di dollari, ha commissionato un dossier economico finanziario, industriale ma anche politico sul Belpaese per valutare la possibilità di portare avanti investimenti di medio-lungo termine. Ad occuparsi della ricerca Shanin Vallée senior economist per il Soros Fund (da maggio 2015) e in precedenza consigliere economico del ministero dell’Economia francese ma soprattutto, dal giugno del 2012, advisor economico dell’ex presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy.

Soros e le banche italiane
A quanto si apprende l'economista avrebbe steso gran parte del suo rapporto e per la parte che riguarda il sistema bancario avrebbe avuto contatti frequenti con il governo, per capire la situazione di alcuni istituti di credito, in particolare Unicredit, Mps e le banche venete. Soros comunque è già presente nel nostro Paese attraverso il suo Quantum Group, sia come advisor di Blackrock, un fondo che ha asset italiani (per la gran parte bancari, ma anche nei grandi gruppi quotati in Borsa) per il valore di due miliardi.

LEGGI ANCHE: Amnesty attacca Trump e i «populisti». Ma a finanziare l'ong c'è pure Soros...

Malan: Soros speculatore finanzia politiche LGBT, a favore droghe e immigrazione
La visita di Soros a Palazzo Chigi però ha irritato il senatore Forza Italia Lucio Malan, anche perché sul sito del governo non ve n'è traccia: «Stupisce molto leggere che il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha ricevuto oggi il multimiliardario George Soros, al pari del presidente della Repubblica Federale Tedesca che sarà fra poco a Palazzo Chigi. George Soros fu per sua stessa ammissione il protagonista delle speculazioni che nel 1992 causarono una svalutazione della lira del 30% e la dissipazione di 40mila miliardi di lire di riserve valutarie della Banca d'Italia, oggi sostiene apertamente la più ampia immigrazione verso l'Italia, propugna e finanzia le politiche LGBT e a favore della liberalizzazione delle droghe. Sarebbe interessante sapere la ragione e il contenuto di questo colloquio, non preannunciato e non segnalato».

Savini: Presenterò interrogazione
Anche Elvira Savino, deputata di Forza Italia è andata all'attacco: «Presenterò una interrogazione al premier Gentiloni per chiedere i motivi della presenza dell'imprenditore Soros a Palazzo Chigi. Evidentemente, se è stato ricevuto nella sede ufficiale del Governo, si tratta di un impegno istituzionale ed è normale che il Parlamento ne venga informato, visto il ruolo che egli ebbe nell'attacco speculativo del 1992 contro la lira, da lui giudicato 'una legittima operazione finanziaria», afferma.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal