27 giugno 2019
Aggiornato 10:30
Crisi bancarie

Sacconi: «Su ricapitalizzazioni bancarie Governo apra dialogo con le opposizioni»

Il presidente della commissione Lavoro del Senato: «Dovremo prendere decisioni quanto più condivise nella dimensione politica perché riguardano vicende divisive e perché abbiamo bisogno di una diffusa comprensione sociale». Bonfrisco: «Da Padoan e governo politica dello struzzo».

ROMA - «Ci avviciniamo al giorno di divulgazione degli stress test europei sulla stabilità delle aziende di credito. Si evidenzieranno, con criteri che ci auguriamo equi ed equamente applicati, i bisogni di ricapitalizzazione delle banche europee. Nel nostro caso dovremo prendere decisioni quanto più condivise nella dimensione politica perché riguardano vicende divisive e perché abbiamo bisogno di una diffusa comprensione sociale. Tanto Alfano quanto Brunetta hanno sottolineato questa esigenza che ora il Governo deve tradurre in un dialogo aperto e trasparente con le opposizioni a partire da un incontro con i loro capigruppo. Più uniti saremo poi in Italia, più potremo ottenere i necessari pareri favorevoli dall'Unione». Lo dichiara il presidente della commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi.

Bonfrisco: «Da Padoan e governo politica dello struzzo»
«Non mi stupiscono le dichiarazioni di Padoan al G20 delle Finanze. Quando si siede ai consessi internazionali è giusto difendere i colori del Paese. Quando lo faceva Berlusconi il Pd sbraitava per tutta Europa pur di abbattere il governo eletto e sostituirlo grazie alle congiure di palazzo organizzate da Napolitano. Ciò che sbalordisce e amareggia è constatare che pur rientrando in Italia il ministro Padoan continui a ripetere come un disco rotto che tutto va bene, ed è sotto controllo la situazione delle banche, dell'economia, dell'occupazione, delle tasse». Così Cinzia Bonfrisco, capogruppo dei Conservatori e Riformisti in Senato.
«MPS sta per fallire a causa del governo Renzi e la sua colpevole valutazione delle sofferenze delle banchette toscane. La politica dello struzzo di Padoan sta facendo liquidare il sistema bancario italiano senza nemmeno provare a difendere il risparmio degli italiani, nonostante il governo sia obbligato a farlo dalla Costituzione», spiega Bonfrisco. «Dopo le tasse che ci svuotano le tasche, gli 80 euro che sono già finiti e il Paese inchiodato nella crisi ci manca solo di aprire una importantissima discussione sull'Italicum per dare al nostro Paese il colpo di grazia. Se Renzi lo fa, conferma che la sua legge elettorale costituisce il principale elemento di incertezza politica che farà tornare le speculazioni più forti che mai per divorare ciò che resta della nostra economia. Altro che Monte dei Paschi», conclude.