27 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
Sulla 'riconferma' della numero uno dell'Agenzia delle entrate

Fisco, Zanetti: urge chiarimento con Renzi e Padoan

Scelta civica chiede 'un incontro politico dirimente e chiarificatore' con il presidente del Consiglio e il ministro dell'Economia. A sollecitarlo, Enrico Zanetti, segretario politico di Scelta Civica e sottosegretario all'Economia

ROMA - Scelta civica chiede «un incontro politico dirimente e chiarificatore» con il presidente del Consiglio e il ministro dell'Economia. A sollecitarlo, Enrico Zanetti, segretario politico di Scelta Civica e sottosegretario all'Economia.

Chiarimento
«Prendo atto - scrive in una nota - del comunicato del MEF in cui si afferma: 'nel contesto di immutata stima nel direttore Rossella Orlandi, questo Ministero è impegnato nell'attività di rafforzamento organizzativo e operativo dell'Agenzia delle Entrate'. Poiché però il direttore immutatamente stimato ancora la scorsa settimana era in giro per convegni a dire che invece l'agenzia la stiamo facendo morire, non che la stiamo rafforzando, tutto ripreso da svariati giornali e mai smentito, Scelta Civica chiede al Ministro Padoan e al Presidente del Consiglio Renzi un incontro politico dirimente e chiarificatore non appena il Presidente Renzi sarà rientrato dagli impegni all'estero».

Il dubbio di Zanetti
«Vogliamo capire - prosegue Zanetti - se siamo il governo che sta facendo i trattati internazionali contro i paradisi fiscali, che sta potenziando i controlli incrociati dei dati, che ha introdotto il reato di autoriciclaggio e che sta per l'appunto lavorando al rafforzamento organizzativo dell'agenzia nel rispetto delle norme sul pubblico impiego, oppure se siamo il governo che sta facendo morire le agenzie fiscali».

(Con fonte Askanews)