5 giugno 2020
Aggiornato 09:00
Italia Unica attacca il sindaco

Marino torni a Roma e si dimetta

Italia Unica, il movimento guidato da Corrado Passera, in una nota scrive che finalmente oggi, con la relazione del ministro Angelino Alfano, si avrà chiarezza sulle sorti della Giunta Marino

ROMA (askanews) - «I tempi della giustizia in Italia, si sa, sono lunghissimi. Ma non è che quelli della politica siano più rapidi, anzi. Oggi in Consiglio dei Ministri, il ministro Alfano relazionerà sui fatti di Roma, sbrigativamente etichettati come Mafia Capitale». E' quanto si legge in una nota di Italia Unica, il movimento guidato da Corrado Passera.

Rapporto di Gabrielli è dell'8 luglio
«Bene, dirà qualcuno, avremo alfine chiarezza su come si vuole intervenire politicamente e amministrative su una delle vicende che ha più dolorosamente contrassegnato la vita della città. Male invece, diciamo noi. Male perché - si sottolinea - il rapporto del prefetto Gabrielli con i nomi dei 21 dirigenti da sostituire è dell'8 luglio. Cosa può essere accaduto nel frattempo? E non dimentichiamo che l'inchiesta è deflagrata sulla Giunta Marino il 4 giugno ma l'arresto di Carminati è addirittura del dicembre 2014».

«Perché si è atteso così tanto?»
«Perché si è atteso così tanto? Basterà la scontata, e tardiva, decisione di sciogliere il municipio di Ostia a restituire trasparenza al sistema di gestione del potere targato Pd che finirà sotto processo nel prossimo novembre? E cosa farà il sindaco Marino, beatamente in vacanza ai Caraibi quasi la cosa non lo riguardasse? Un consiglio ci permettiamo di darglielo: torni subito in Italia, non per proseguire il suo incerto mandato, ma per dimettersi», è la conclusione.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal