6 dicembre 2019
Aggiornato 15:31

Hamas boicotta le elezioni comunali in Cisgiordania

Il voto di sabato tuttavia non interesserà la Striscia di Gaza: i due Territori rimangono quindi separati dalle persistenti rivalità fra Al Fatah ed Hamas, e l'ultima elezione congiunta risale al 2006.

RAMALLAH - I palestinesi della Cisgiordania sono chiamati sabato al voto per le municipali, elezioni che tuttavia non interesseranno la Striscia di Gaza: i due Territori rimangono quindi separati dalle persistenti rivalità fra Al Fatah ed Hamas, e l'ultima elezione congiunta risale al 2006.
Il voto di sabato riguarda circa 300 consigli municipali cisgiordani e secondo gli analisti non fa che dimostrare che le prospettive di una riconciliazione sono ancora lontane; nelle precedenti municipali cisgiordane, nel 2012, Hamas aveva scelto di boicottare il voto, così come anche in quest'occasione.

Gli aventi diritto sono 1,1 milioni, che dovranno scegliere fra 4.400 candidati divisi in 536 liste, secondo i dati diffusi dalla Commissione elettorale; il dubbio principale rimane però quello legato all'astensione, dal momento che stando ai sondaggi solo il 42% egli elettori intende recarsi alle urne.
Inoltre, in 180 distretti - in cui i legami familiari o di villaggio sono particolarmente forti - è stata presentata una sola lista, il che implica di fatto che i risultati sono di fatto già noti in anticipo.