12 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Banche

Così Renzi silura Visco: «Bankitalia non vigilava efficacemente. E il Pd non ha colpe»

Il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, si scaglia all'improvviso contro il governatore della Banca d'Italia accusando Palazzo Koch di non aver svolto il suo dovere

ROMA - «Se qualcuno vuol raccontare agli italiani che in questi anni sul settore delle banche non è successo niente, quel qualcuno non sarò certo io. In questi anni nel settore delle banche è accaduto di tutto. È mancata evidentemente una vigilanza efficace». Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi, parlando a Recanati della questione Bankitalia, ribadendo che in via Nazionale va aperta «una pagina nuova». "Oggi il procuratore Greco ha spiegato in commissione di inchiesta i problemi legati alle autorità di vigilanza. Ci sono stati dei manager che hanno preso un sacco di soldi e non hanno lavorato con la professionalità con la quale avrebbero dovuto farlo, ci sono persone che hanno sofferto la crisi delle banche. In Italia in questi anni qualcosa è successo. Siccome il Pd e noi non abbiamo niente da nascondere perchè a noi toccato intervenire per rimediare ai disastri che avevano fatto altri, non abbiamo nessun problema, non facciamo nessuna polemica e non litighiamo con nessuno. Ciascuno si assumerà le sue responsabilità. Certo è che se qualcuno mi viene a dire che in Italia in questi anni nel settore delle banche non è accaduto niente, io dico che non è accettabile come racconto. Di conseguenza la nostra mozione di ieri spiega con forza che c'è bisogno di scrivere una pagina nuova. Non si vada a raccontare ai cittadini che in questi anni sulle banche non è successo niente. Noi siamo intervenuti per rimediare ai disastri fatti dagli altri. Forse se qualcuno può spiegarci cosa è accaduto nel senso di mancanza di vigilanza e dei problemi che ci sono stati - ha concluso Renzi - fa un piacere non al Pd ma agli italiani».