3 agosto 2021
Aggiornato 07:00
Calcio

Milan, quanta sofferenza in casa

La gara con l’Udinese ha ricordato molto quella contro il Cagliari: difficoltà ad arginare gli attacchi avversari, arrivati dalle parti di Donnarumma con troppa facilità

post partita

Delneri: «Il 2-1? Pensavamo di ottenere qualcosa di più...»

Il tecnico friulano commenta la sconfitta contro il Milan: «Peccato per il secondo gol subito, perché siamo rimasti in partita fino alla fine sfiorando anche il pareggio. La squadra mi è comunque piaciuta, lo spirito è quello giusto»

4a di campionato

Milan-Udinese 2-1: Lasagna non basta, decide Kalinic

Terza sconfitta in 4 partite per i bianconeri. L’attaccante croato, mai a segno contro l'Udinese nei 4 incontri precedenti, fa sua la gara con una doppietta. La Var prima annulla la rete del vantaggio bianconero al 10', poi dice no a Kalinic

Le pagelle di Udinese-Milan

Flop Milan: i gioielli rossoneri stavolta deludono

La sconfitta di Udine porta le firme di Locatelli e Donnarumma, colpevoli sul primo e sul secondo gol dei friulani. Ma nel complesso è tutta la squadra rossonera a deludere, malgrado un inizio positivo grazie al gol di Bonaventura.

Calcio

Milan: la comicità di Abate è tragica

L'ennesimo errore dello sciagurato terzino rossonero stava per compromettere la gara contro il Sassuolo. A 31 anni e con un fardello enorme di pasticci sul groppone è ora che l'ex torinista venga messo da parte

Milan battuto 1 a 0

Colpo grosso dell'Udinese a San Siro

Tre punti fondamentali per il morale e importanti per la classifica. A segno, quando la partita sembrava dover finire 0 a 0, Stipe Perica

Calcio - Serie A

Milan-Genoa: Galliani, Preziosi e la partita degli ex

Si avvicina il gran giorno di Milan-Genoa, la sfida tra due grandi amici, Galliani e Preziosi. Tanti i colpi di mercato negli anni sull’asse nero-rosso-blu, ma anche tantissimi flop, da Ze’ Eduardo a Constant, passando per Birsa. Oggi intanto mezzo Milan arriva dal Genoa.

Calciomercato

Tra sogno e realtà, il mercato del Milan prende forma

Il Milan di oggi sconta un mercato deficitario a gennaio: mancano giocatori adatti a giocare sulle fasce nel 4-4-2 di Mihajlovic, Per questo si pensa di nuovo all’olandese El Ghazi. L’obiettivo della difesa invece resta Mammana, ma adesso che da battere la pericolosa concorrenza del Napoli.

Calcio - Serie A

Niang: «Grazie Genoa, ma ora gioco per il Milan»

L’attaccante rossonero, che a fine gennaio sembrava vicino a lasciare il Milan, è tornato a parlare del suo momento e della squadra lanciando anche un monito importante a tutti i protagonisti del mondo del pallone: «I bambini ci guardano».

Calcio | Milan

Tutti pazzi per Donnarumma

Il ragazzino prodigio rossonero si avvicina a compiere 17 anni e intanto i club di mezza Europa ci stanno facendo un pensierino. Pare addirittura che stiano iniziando ad arrivare sulla scrivania di Galliani offerte dai 30 milioni in su. Ma il club di via Aldo Rossi per il suo gioiello ha ben altri piani.

Calcio | Milan

Galliani crede alla Champions, ma chi crede a Galliani?

Confermati gli infortuni sia per Kucka che per Niang, usciti malconci dalla gara contro l’Udinese. I due vanno ad aggiungersi a Bonaventura, ancora acciaccato per un problema all’anca. Ora sarà un problema mettere insieme 11 titolari affidabili per il Genoa, ma Galliani, incurante delle sue colpe, insiste: «Il nostro obiettivo è la Champions».

Calcio - I top e i flop Milan-Udinese 1-1

Milan: altra occasione persa, ma quanto manca Jack

L’assenza di Bonaventura scombina i piani di Mihajlovic costretto a rimescolare le carte e presentare una squadra non più compatta e omogenea come nelle precedenti uscite. Bravi i giovani Niang e Bonaventura, meno bene il solito cecchino Bacca. Tra Bertolacci e la traversa, vince la seconda.

Serie A | Milan 1 - Udinese, 1

Milan, la regola del rimpianto

I rossoneri sprecano l’ennesima occasione preziosa per tentare l’assalto alla terza piazza che vuol dire Champions League. È bastata l’assenza di un solo uomo, anche se importante come Bonaventura, per scompaginare i piani di Mihajlovic. La conferma di una coperta corta sulle fasce, a dispetto delle discutibili teorie di Galliani.