2 giugno 2020
Aggiornato 13:30
Calcio

Milan: la comicità di Abate è tragica

L'ennesimo errore dello sciagurato terzino rossonero stava per compromettere la gara contro il Sassuolo. A 31 anni e con un fardello enorme di pasticci sul groppone è ora che l'ex torinista venga messo da parte

MILANO - Va fermato, subito. Va fermato perchè è un pericolo, perchè il Milan rischia di buttar via partite e punti decisivi a causa della dabbenaggine di un calciatore che ne continua a fare di tutti i colori riconquistando poi un posto da titolare come se nulla fosse. Ignazio Abate anche contro il Sassuolo ha dato sfoggio di tutto il suo campionario di disastri, culminati col retropassaggio suicida che ha portato il buon Matteo Politano a siglare la rete dell'1-1 che ha spalancato le porte alla rimonta emiliana, poi vanificata dalla controrimonta rossonera. Poteva essere (e stava per diventare) l'ennesimo tracollo di una squadra non solidissima che ha bisogno di più certezze possibili: col Sassuolo, una sorta di bestia nera per il Milan, la vittoria è arrivata grazie a caparbietà e rabbia di una squadra finalmente cattiva, nonostante la marea di rischi corsi da Donnarumma e compagni, bucati tre volte da un ottimo Sassuolo, la prima grazie alla scellerata decisione di Abate di effettuare un mezzo retropassaggio che ha messo in moto Politano, bravo poi a scartare il portiere e a infilare la palla in rete, rendendo nullo il vantaggio di Bonaventura.

Errori continui

Una sciocchezza vera e propria quella del terzino rossonero, l'ennesima di una carriera che fin troppo ha premiato un calciatore scarso e distratto, goffo nel suo incedere a testa bassa, incapace di azzeccare un cross manco a pagarlo (anzi, putroppo lo pagano eccome), pessimo nel difendere (chiedere a Milito che ha punito il Milan in un paio di derby grazie alle prodezze al contrario del biondo terzino ex Empoli e Torino), autore di leggerezze che lasciano sgomenti, perchè reiterate e perchè commesse in serie A e non al torneo della parrocchia. In questo scorcio di stagione 2016-2017, Abate ha già causato la sconfitta del Milan a San Siro contro l'Udinese regalando il gol partita a Perica (cioè non a Luis Suarez) e stava per far felice anche il Sassuolo. Ora basta, va fermato ad ogni costo, prima che Montella debba rimpiangere punti decisivi, prima che sia troppo tardi. 

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal