> <
RSS

Milan: non ci resta che l’Inter

Con il successo in extremis del Sassuolo sul campo del Frosinone, l’unica speranza rimasta al Milan è un aiutino da parte degli odiati cugini dell’Inter, prossimi avversari dei neroverdi emiliani. In caso contrario ai rossoneri, per entrare in Europa, resterà solo la finale di Coppa Italia, da vincere a tutti i costi contro l’invincibile armata juventina.

Milan, l'idea di Boban: «Maldini subito in società»

L’ex fantasista croato ha espresso tutto il suo malcontento per la piega presa dagli eventi in casa Milan. Berlusconi è il primo colpevole per non aver capito che il suo ciclo stava finendo, così come Galliani che paga per l’addio di Braida. E in mezzo c’è Brocchi, la cui unica colpa è non essersi reso conto che questa era un’impresa più grande di lui.

Milan, il Natale delle occasioni perdute

La preziosa ed incoraggiante vittoria ottenuta sul campo del Frosinone, sommata all’inattesa sconfitta interna dell’Inter, aumenta il rammarico dei rossoneri per i 4 punti persi contro Carpi e Verona che avrebbero proiettato il Milan ad un passo dalla vetta. Mihajlovic però può consolarsi con la prima rimonta dei suoi ragazzi.

Milan, è l’ora di Balotelli: @finallyMario

Superata la visita di controllo a Monaco di Baviera dalla professoressa Muschaweck, Mario Balotelli è pronto a riprendere il lavoro in gruppo con il resto dei compagni. Già occhi l’attaccante sarà a disposizione di Mihajlovic e non è esclusa una convocazione a sorpresa già per il match di Coppa Italia di giovedì contro la Sampdoria.

Finisce 4-1 tra Palermo e Frosinone

Rosanero a segno con Goldaniga, Vazquez, Trajkovski e Gilardino. Nessun problema per la formazione rosanero passata in vantaggio dopo soli cinque minuti con Hiljemark che batte la punizione per Goldaniga, che approfitta dell'errore di Diakité e da sotto porta infila Leali.

> <