24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00

Beltramo: Chi mi ha colpito di più nei test? Petrucci!

Paolone analizza l'ultima giornata di test pre-campionato della MotoGP: il più veloce di tutti è stato Johann Zarco, ma la Ducati del ternano ha il miglior passo

MILANO – Doppietta Yamaha nell'ultima giornata di test in Qatar: «Siamo arrivati alla fine del pre-campionato – racconta il nostro Paolo Beltramo – Migliore di tutti dopo la tre giorni è Johann Zarco, davanti a Valentino Rossi: quindi la Yamaha è tornata ad essere lì, dopo la giornata e la mattinata di crisi di oggi. C'è stato un punto in cui Valentino era ventesimo e Maverick Vinales diciottesimo, quindi abbastanza indietro, poi le cose sono migliorate. Zarco ha detto che la moto va bene e che spera che la Yamaha lo sostenga anche quest'anno come si deve, perché pensa di meritarselo, anche se la sua squadra l'anno prossimo lascerà la casa giapponese. Lui ha fatto un gran tempo, ma sul passo è stato un po' più lento: costante ma non abbastanza veloce. Valentino Rossi ha disputato una mezza simulazione di gara, anche per una scivolata, ma è nella seconda parte di corsa che loro soffrono di più. Così come Vinales non ci ha neanche provato, perché non riusciva a guidare fino agli ultimi 40 minuti».

Italiani da tenere d'occhio
C'è stata una sola defezione: «Sesto Andrea Iannone con il tempo di ieri, perché è stato male, aveva la febbre e non ha potuto girare: è l'unico insieme a Kallio e Nakagami che non è riuscito a migliorarsi oggi. Ma la Suzuki va bene, lo dimostra anche Alex Rins, ottavo dietro a Marc Marquez, con delle belle simulazioni di gara». Ma il ritmo più promettente lo ha messo in mostra un altro outsider: «Molto interessante il nono tempo di Danilo Petrucci, che è quello che mi ha impressionato di più sul passo gara: ha fatto 23 giri, l'intera distanza di corsa, con gomme morbide davanti e dietro, rimanendo per quasi tutto il tempo sotto l'1:56, quindi andando veramente forte. Una grande prestazione, e lui stesso ha dichiarato che ambisce al podio».