18 settembre 2021
Aggiornato 15:00
MotoGP | Test Qatar

Aprilia insegue, ma speranzosa: «In gara ci saremo»

Solo un quattordicesimo e un ventesimo posto per Espargarò e Redding nell'ultima giornata di prove pre-campionato: «Ma nel GP i valori cambieranno»

DOHA – Gli ultimi test prima dell'inizio, sempre in Qatar, del campionato MotoGP 2018 si sono appena conclusi. Per Aprilia sono stati tre giorni importanti, dai quali sono arrivate risposte confortanti sul livello della nuova RS-GP 2018. Specialmente per quanto riguarda il passo gara, come dimostrato dalle simulazioni di gara effettuati da Aleix Espargarò e Scott Redding. «Non vedo l'ora di tornare qui tra due settimane per iniziare a fare sul serio, i test sono importanti ma sono più felice quando si tratta di una gara – spiega lo spagnolo, quattordicesimo a fine giornata – Quest'anno le cose saranno ancora più interessanti, perché tutti i team e tutti i piloti sono ad un livello altissimo. Io ho dato il meglio durante questo precampionato per migliorare la RS-GP 2018, peccato per un piccolo problema che mi ha impedito di terminare la simulazione di gara. La verità è che i test invernali spesso ingannano, ci sono molti piloti che riescono a fare qualche giro veloce ma in gara i valori cambieranno. Credo nel nostro potenziale, sono sicuro che lotteremo da subito per le prime otto posizioni».

Riscontri confortanti
Entrambi i piloti hanno portato avanti un lavoro di affinamento in ottica gara, accumulando giri con gomme usate per migliorare il rendimento della RS-GP. Una moto che, tradizionalmente, trova proprio nella costanza su più giri uno dei suoi punti forti. «Anche oggi abbiamo fatto un bel passo avanti, con alcune modifiche che mi hanno fatto subito guadagnare fiducia – conclude Redding, ventesimo – Ho fatto una simulazione di gara anche oggi e sono stato veloce, mi sentivo bene in moto e ho fatto con gomma usata lo stesso tempo fatto ieri con gomma nuova. La RS-GP conferma di comportarsi molto bene con le gomme, cosa che per me negli anni passati è sempre stata un problema, mentre anche con gomma morbida e tanti giri riesco ad essere incisivo e questo mi da fiducia in vista della gara».