22 gennaio 2019
Aggiornato 07:30

Milan-Pato: arriva la decisione

L'attaccante brasiliano continua ad essere un nome papabile per il mercato invernale rossonero e la dirigenza sembra avere le idee chiare sul grande ex

Alexandre Pato, classe 1989, è stato calciatore del Milan dal 2008 al 2012
Alexandre Pato, classe 1989, è stato calciatore del Milan dal 2008 al 2012 ANSA

MILANO - Con la trattativa per Zlatan Ibrahimovic arenata quasi del tutto, il Milan continua a guardarsi intorno alla ricerca di un nuovo centravanti da portare a casa a gennaio (sessione aperta dal 3 al 19) e da aggiungere ai già presenti in rosa Higuain e Cutrone. Ma se il fuoriclasse svedese rappresentava una scelta perfetta nonostante l'età avanzata (37 anni compiuti lo scorso 3 ottobre), reperire ora in giro una punta idonea per il ruolo da ricoprire, ovvero terza punta con licenza di farsi trovare pronto nell'immediato, è impresa ardua per Paolo Maldini e Leonardo, dirigenti delegati a rinforzare l'organico a disposizione di Gennaro Gattuso.

Figliol prodigo - Ibrahimovic lontanissimo, dunque, Fabio Quagliarella più vicino al rinnovo con la Sampdoria che al passaggio al Milan a gennaio, i nomi latitano, motivo per il quale torna a farsi largo quello di Alexandre Pato, altro grande ex rossonero, a Milanello dal 2008 al 2012 con 63 reti in 150 presenze ed oggi in Cina. Classe 1989, Pato oggi rappresenta una semplice suggestione per il Milan e probabilmente nulla più: le condizioni fisiche del brasiliano, infatti, sono tutte da verificare, soprattutto perchè il campionato cinese non rilascia risposte particolarmente attendibili circa la forma dei calciatori, oltre al fatto che anche mentalmente Pato sembra aver staccato la spina col grande calcio già da diversi anni.

Controindicazioni - Anche Gattuso, che della punta carioca è stato compagno di squadra, non sembra allettato dall'ipotesi di riprenderlo al Milan, lui che vuole giocatori già pronti da spedire in campo alla bisogna; inoltre, va detto  che liberarsi dal suo club di appartenenza, il Tianjin Quanjian, non sarebbe affatto semplice per Pato che ha un contratto ancora valido fino al 2020 con gli asiatici, non aperti ad ipotesi di prestito e che per lasciar partire l'ex milanista vogliono non meno di 25 milioni di euro come da clausola sottoscritta, cifra che al Milan non tirerebbero fuori neanche sotto tortura. Motivazioni che rendono il ritorno di Pato in rossonero praticamente impossibile, per buona pace di quei nostalgici ancora aggrappati alle prodezze ormai vecchie 10 anni di un attaccante fra i più forti in giovane età, ma del quale ormai non esiste più alcuna traccia.