16 dicembre 2018
Aggiornato 12:00

Milan-Ibrahimovic: il nodo e la proposta di Raiola

Sempre viva la trattativa che potrebbe riportare lo svedese a Milano nel prossimo calciomercato invernale

Zlatan Ibrahimovic, 37 anni compiuti lo scorso 3 ottobre
Zlatan Ibrahimovic, 37 anni compiuti lo scorso 3 ottobre (ANSA)

MILANO - Zlatan Ibrahimovic di nuovo al Milan resta molto più di una suggestione, anzi, le parti continuano a lavorare sottotraccia per il grande ritorno dello svedese in rossonero a gennaio. Gennaro Gattuso è ormai convinto della soluzione tattica con due punti ed i soli Higuain e Cutrone non possono bastare a reggere la prima linea milanista da qui alla fine della stagione, specialmente se il Milan lotterà per il quarto posto in campionato e andrà avanti anche in Coppa Uefa. Motivo per cui Leonardo e Maldini, paletti del Fair Play Finanziario a parte, studiano già le mosse per rinforzare con sostanza l'organico rossonero.

TATTICA E IDEE - Da tempo la dirigenza del Milan è in contatto con l'entourage di Ibrahimovic, ormai convinto a lasciare gli Stati Uniti, un'esperienza che lo ha affascinato ma dalla quale vuole uscire per assaporare nuovamente il profumo del calcio europeo, nonostante i 37 anni appena compiuti che non offuscano o diminuiscono la voglia di primeggiare del fuoriclasse svedese. L'ipotesi milanista è suggestiva e piace al centravanti scandinavo, tuttavia accordi di natura economica e contrattuale vanno trovati ugualmente: per quanto riguarda lo stipendio, Raiola, Ibrahimovic ed il Milan sono già d'accordo per un ingaggio da 4 milioni di euro, anche se i rossoneri spingono per un contratto di 6 mesi che il procuratore vorrebbe allungare a 18.

PARTI VICINE - L'accordo, stando alle ultime notizie, si potrebbe trovare a metà strada, ovvero con 6 mesi di contratto e rinnovo legato a risultati alla portata del Milan, segnale che le parti sono sempre più vicine e che sarà il solo Ibrahimovic ad avere l'ultima decisiva parola: se il suo intento è quello di vestirsi nuovamente di rossonero dopo 6 anni, il momento di decidere è arrivato.