13 dicembre 2018
Aggiornato 21:00

Gattuso ribalta il Milan: in Lussemburgo solo due titolari

Grandi manovre a Milanello in questi giorni in vista dell’esordio europeo del Milan, in programma giovedì sera in Lussemburgo contro il Dudelange.
Higuain, al centro dell'attacco del Milan anche in Lussemburgo
Higuain, al centro dell'attacco del Milan anche in Lussemburgo (ANSA)

MILANO - Prove tecniche di cambiamento. A ventiquattro ore dall’esordio stagionale del Milan in Europa League, test discretamente abbordabile in casa dei lussemburghesi del Dudelange, Gennaro Gattuso studia possibili novità di formazione. L’obiettivo dell’allenatore rossonero è duplice: da una parte far riposare alcuni titolarissimi che da qui alle prossime settimane saranno chiamati ad un autentico tour de force, dall’altro concedere minuti e ritmo partita a quei calciatori fin qui poco utilizzati e che occorre avere pronti per quando saranno chiamati dalla panchina a cambiare il corso di alcuni match.

Solo due titolari
In vista del match che si giocherà al Josy Barthel di Lussemburgo (lo stadio del Dudelange, lo Jos Nusbaum, con appena 2600 posti di capienza non è regolamentare per l’Uefa), Gattuso ha in mente una vera e propria rivoluzione rispetto alla formazione titolare vista a Cagliari, che poi la stessa che è scesa in campo anche due settimane prima in casa contro la Roma.
Quindi spazio a Pepe Reina che farà il proprio esordio in rossonero in un match ufficiale; davanti a lui una difesa a quattro composta da Abate a destra, Laxalt a sinistra e finalmente la tanto attesa coppia centrale formata da Caldara e Romagnoli; in mezzo al campo il terzetto composto da Bakayoko, Josè Mauri e Bertolacci; quindi Borini e Castillejo ad ispirare Gonzalo Higuain, l’unico inamovibile di questa squadra insieme a capitan Romagnoli.