18 novembre 2018
Aggiornato 17:00

Arrivano conferme dalla Francia: il Milan forte su Rabiot

Da fronteggiare le insidie spagnole di Real Madrid e Barcellona ma anche la minaccia italiana di Inter e Juventus
Il centrocampista francese Rabiot
Il centrocampista francese Rabiot (ANSA)

MILANO - Non è tempo per riposare in Casa Milan. Malgrado un ultimo mese di mercato vissuto a 100 all’ora per recuperare i ritardi e il tempo perduto con il cambio di proprietà di fine luglio, il nuovo direttore tecnico Leonardo e il fido braccio destro Maldini sono già al lavoro per puntellare la rosa a disposizione di Gattuso in vista delle prossima sessione invernale ma soprattutto della campagna acquisti estiva 2019-20.
Non è un mistero che il Milan sia sulle tracce di Adrien Rabiot. Ma il talentuoso e giovanissimo centrocampista in forza al Paris Saint Germain ha un contratto con il Psg in scadenza a giugno 2019, condizione che ne fa un bocconcino prelibato per tutti i top club europei. Ecco la ragione per cui la dirigenza rossonera dovrà battagliare su più fronti per raggiungere l’obiettivo di portare a Milanello la riccioluta mezzala transalpina.

Il ruolo di Leonardo
Segnali positivi per il Milan però ce ne sono. Abbiamo già sottolineato come in questo scenario possa assumere un valore decisivo il ruolo di Leonardo, direttore sportivo del Paris Saint Germain ai tempi della firma sull’attuale contratto che lega Rabiot ai campioni di Francia. Anche allora, era l'ottobre del 2014, il geniale e bizzoso centrocampista francese era finito nel mirino di tante big europee, tra cui Juventus e Roma, ma Leo riuscì ad insinuarsi tra i dubbi del ragazzo, ma soprattutto della mamma agente Veronique, per ribaltare i pronostici e allungare la permanenza di Rabiot all’ombra della Torre Eiffel, proprio quando tutti pensavano ad un imminente all’addio.

Doppio rischio
La dimostrazione che l’attuale dirigente del Milan ha un forte ascendente sul ragazzo e sulla sua famiglia. E delle ultime ore la conferma arrivata dalla Francia, per la precisione Le10Sport.com, sito francese dedicato al calciomercato, secondo cui il Milan sarebbe a buon punto per concludere il colpo Rabiot a giugno 2019, quando il centrocampista sarà libero a parametro 0.
Da superare ancora però ci sono almeno due ordini di difficoltà. La prima riguarda l’immediato, visto che il mercato in Spagna non è ancora concluso e Real Madrid e Barcellona hanno sempre avuto un debole per il 25 parigino.  La seconda è che senza contratto, Rabiot potrebbe diventare un bocconcino prelibato per troppi concorrenti ingolositi dal colpo a zero. Ecco perchè il gran lavoro di Leonardo consisterà nello strappare un si al nazionale francese e soprattutto alla mamma Veronique prima che si scateni una vera e propria asta. Una mission impossible per tutti, non per il nuovo direttore tecnico del Milan. Rabiot in rossonero è più di una possibilità.