24 giugno 2019
Aggiornato 21:30

Il Milan fiuta l’affare: il bomber Dost a costo zero

Malgrado il difficile momento societario, il mercato del Milan non si ferma e Massimiliano Mirabelli potrebbe aver scovato un gran colpo a parametro zero.

L'olandese Dost con i segni sulla fronte dell'aggressione subita
L'olandese Dost con i segni sulla fronte dell'aggressione subita ( ANSA )

MILANO - In un momento storico in cui è difficile pianificare grandi acquisti per il Milan, è opportuno iniziare a battere altre piste per rinforzare la rosa a disposizione di Gennaro Gattuso. Sembra essere questo il messaggio fatto recapitare da Marco Fassone a Massimiliano Mirabelli. Niente Morata o Benzema, almeno per ora, ma attenzione a Bas Dost, gigante olandese (196 cm per 80 kg di peso) dello Sporting Lisbona in rottura con il suo club, malgrado un contratto in essere fino al 2020.
L’origine del contendere è di appena qualche settimana fa. Prima di allora il classe ’89 parlava felice della sua esperienza in Portogallo, caratterizzata da 34 gol e 7 assist in 49 partite con la maglia biancoverde.

Follia ultrà
Tutto accade il 15 maggio scorso quando la follia ultrà ha inizio: 50 tifosi incappucciati fanno irruzione nel centro sportivo dello Sporting e aggrediscono i giocatori biancoverdi, l'allenatore Jorge Jesus e lo staff tecnico con cinture, torce e spranghe. Tutta colpa di una sconfitta sconfitta subita contro il Maritimo nell'ultima giornata di campionato che ha estromesso lo Sporting dalla prossima Champions League. Chi ci va di mezzo più degli altri è proprio Bas Dost che rimane ferito alla testa.

Occasione
Risultato scontato: la decisione da parte del bomber ex Wolfsburg (è stato anche compagno di squadra di Ricardo Rodriguez) di impugnare il contratto, con conseguente richiesta di rescissione per giusta causa dopo l’imboscata subita all'interno del centro sportivo dei Leões.
Se si arrivasse a questo, Dost potrebbe contare su uno status di free agent che ne aumenterebbe considerevolmente l’appeal sul mercato internazionale. Una situazione contrattuale che offrirebbe alle possibili squadre interessate - tra cui il Milan in prima fila - la possibilità di prenderlo a parametro zero, malgrado un valore di mercato che supera i 20 milioni di euro.