27 gennaio 2022
Aggiornato 17:30
Calcio | Nazionale

Dopo De Sciglio, la Juve sogna un altro colpo in casa Milan

La dirigenza della Juve insegue da tanto tempo un altro rossonero, ma stavolta non ci sono margini alla trattativa: Fassone e Mirabelli hanno chiuso le porte di Milanello.

MILANO - Ieri abbiamo registrato le parole del suo procuratore Donato Orgnoni, agente della scuderia Branchini, domani invece sarà il giorno della sua partita: Juventus-Milan. Parliamo naturalmente di Mattia De Sciglio, terzino nato a Milano e cresciuto nel florido vivaio del Vismara e passato la scorsa estate in bianconero per raggiungere Max Allegri l’allenatore-mentore che nell’anno di grazia 2012-13 lo lanciava sul dorato palcoscenico della serie A. «Mattia è un ragazzo sensibile e ha bisogno di avvertire serenità, quella serenità che gli è mancata nell'ultimo periodo al Milan - le parole di Orgnoni -. La mentalità della Juve lo ha trascinato, ma le sue qualità tecniche sono indiscutibili».

Tutti felici
Sarà, ma al Milan nessuno sente la sua mancanza. Sarà perchè intanto è salito alla ribalta un altro virgulto cresciuto nel vivaio rossonero, Davide Calabria, sarà perchè negli ultimi anni a Milanello De Sciglio non ha mai brillato per intraprendenza e per efficacia, sarà anche per quell’atteggiamento sempre un filino timoroso che Mattia sfoggia in campo e che non ha mai convinto i tifosi milanisti, resta il fatto che oggi il terzino azzurro è a Torino e sono tutti felici così.

Irraggiungibile
Chi invece è a Milano e a Milano resterà ancora a lungo è Alessio Romagnoli, colonna della difesa rossonera e obiettivo primario del mercato della famelica Juventus. Il centrale di Anzio, uno dei più forti e affidabili dell’intera serie A, è da tempo nel mirino di Marotta e Paratici che farebbero carte false per portarlo a Torino. Un sogno destinato a rimanere tale perchè Fassone e Mirabelli sono pronti a blindare l’ex sampdoriano con un rinnovo di contratto a cifre all’altezza del suo rendimento (3-3,5 milioni di euro all’anno fino al 2022). Un gesto che per i tanti club interessati a Romagnoli avrà il valore di una dichiarazione ufficiale di incedibilità. I tifosi del Milan sentitamente ringraziano.