28 febbraio 2020
Aggiornato 07:30
Calcio | Nazionale

Milan: il futuro di Locatelli sembra già scritto

Sempre più ai margini del progetto tecnico rossonero, il giovane centrocampista ha perso anche l’Under 21 ed è alla disperata ricerca di continuità. L’idea di una cessione in prestito al Genoa riprende corpo.

Il centrocampista del Milan Manuel Locatelli
Il centrocampista del Milan Manuel Locatelli ANSA

MILANO - Proprio qualche giorno fa avevamo invocato l’intervento della trasmissione cult di Rai 3 «Chi l’ha visto» per cercare di capire che fine potesse aver fatto uno dei talenti più puri visti sbocciare nella florida fucina di campioni del Vismara. Parliamo naturalmente di Manuel Locatelli, promettentissimo centrocampista rossonero, capace di stregare i tifosi milanisti con un paio di gol sensazionali messi a segno nella passata stagione, ma poi via via sempre più ai margini del progetto tecnico rossonero. Prima sotto la guida di Vincenzo Montella che pure l’aveva lanciato da titolare al posto dell’infortunato Montolivo, poi anche dopo il cambio di panchina che ha visto Rino Gattuso promosso in prima squadra. 

Tentativi falliti
Malgrado ripetuti tentativi di entrambi i tecnici di rilanciare il classe ’98 cresciuto nel Milan, Locatelli non ha più risposto presente, è sembrato spesso e volentieri involuto, intimidito, insicuro, la bruttissima copia del calciatore brillante e intraprendente che aveva costretto Gigi Buffon a raccogliere in fondo al sacco una sassata scagliata sotto l’incrocio. A gennaio la dirigenza rossonera ha anche pensato ad una cessione - naturalmente in prestito - per agevolare il recupero del ragazzo e consentirgli di riprendere fiducia nei propri mezzi con una maglia magari meno pesante di quella rossonera. Poi non se n’è fatto più nulla, una decisione che ha riscosso il pieno consenso dello stesso Locatelli che ha ribadito la fierezza e l’orgoglio di far parte del progetto Milan.

Gemelli diversi
Da allora però Manuel non solo ha perso ulteriori posizioni nelle gerarchie disegnate da Gennaro Gattuso, ma ha perso anche il posto nella Under 21, tutto questo mentre il gemello Cutrone (sono nati a 5 giorni di distanza l’uno dall’altro) esordiva addirittura Nazionale maggiore, percorso che avrebbe potuto compiere anche il terzo milanista di quella nidiata, Davide Calabria, bloccato a Milanello da un problemino muscolare.
Ecco perchè l’ipotesi di una cessione a giugno ha ripreso sostanzialmente corpo. Un talento come quello di Locatelli non può andare sprecato ed è il caso di tentare di tutto per recuperarlo.

Ipotesi Genoa
Magari anche una cessione in prestito al Genoa, refugium peccatorum per i calciatori rossoneri in difficoltà. Recentemente prima lo spagnolo Suso, poi il francese Niang, attualmente Andrea Bertolacci, sono passati sotto la Lanterna a ritrovare coraggio, energia e vitalità. Una soluzione che potrebbe essere vantaggiosa per tutti anche nel caso di Locatelli: i rossoblu che avrebbero a disposizione per una stagione intera un centrocampista dal sicuro talento e dalle enormi potenzialità e il Milan che dopo 12 mesi si ritroverebbe di nuovo a casa un calciatore ormai fatto e finito, pronto ad indossare con orgoglio e carattere la maglia rossonera.