Milan: Andrè Silva in dubbio, in Europa torna un altro acquisto estivo

Non dovrebbero esserci rivoluzione nella squadra che affronterà il Ludogorts in Europa League. Biglia e Cutrone favoriti su Montolivo e Andrè Silva, ma dietro potrebbe toccare a Musacchio.
Il difensore argentino Mateo Musacchio
Il difensore argentino Mateo Musacchio (ANSA)

MILANO - Prove tecniche di formazione per Gennaro Gattuso a due giorni dal delicatissimo match di andata dei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets. Quello che sulla carta potrebbe sembrare un impegno alla portata dei rossoneri, sia per la qualità oggettiva dei bulgari, sia perchè i biancoverdi disputeranno proprio contro il Milan il loro primo match ufficiale dopo la lunga pausa invernale, nasconde invece più di un’insidia. Rino Gattuso, piedi grossi e cervello fino, lo sa perfettamente ed è per questo che sta preparando la sfida fin nei più piccoli dettagli.

Cutrone e Biglia favoriti
Stando ai test degli ultimi giorni non dovrebbero essere previste rivoluzione di formazione, tanto che anche Riccardo Montolivo e Andrè Silva, accreditati di una maglia da titolare fin da qualche giorno fa, si sono visti preferire nell’allenamento odierno rispettivamente Lucas Biglia e Patrick Cutrone. A conferma del fatto che mister Gattuso sta cercando in tutti i modi di trovare un undici base e giocarsela sempre al meglio contro tutti gli avversari.

Riposo a Romagnoli
Una novità di formazione però potrebbe esserci e riguarda il reparto difensivo. In Bulgaria potrebbe essere concesso un turno di riposo a Romagnoli con il conseguente impiego dal primo minuto dell’argentino Mateo Musacchio, messo decisamente in disparte dal neo allenatore rossonero da quando è stato promosso dalla Primavera alla prima squadra. Nulla di scandaloso, per carità, l’ex Villarreal ha offerto fin qui un ventaglio di prestazioni tutt’altro che esaltanti, meritando abbondantemente la panchina e convincendo i tifosi che i 18 milioni spesi in estate da Mirabelli per lui siano stati più o meno sprecati.

Tocca a Musacchio
L’impegno di Europa League potrebbe consentire al classe ’90 di Rosario, quindi concittadino di Messi, di ritrovare lo smalto perduto e garantire a Gattuso una valida alternativa ai due indiscussi titolari nel ruolo Bonucci e Romagnoli. Se invece il test dovesse andar male, il prossimo ad essere impiegato sarebbe Zapata e per Musacchio le opportunità di giocare titolare nel nuovo Milan si ridurrebbero al lumicino.