14 novembre 2019
Aggiornato 09:00

Domina la Ducati, Marquez è in ritardo e cade

Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso piazzano la Desmosedici al primo e terzo posto nel turno pomeridiano di prove libere. Il leader del Mondiale è quinto, a sei decimi, e finisce per terra

Jorge Lorenzo leader delle prove libere a Valencia con la Ducati
Jorge Lorenzo leader delle prove libere a Valencia con la Ducati Michelin

VALENCIA – È la Ducati a dominare la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Valencia. Jorge Lorenzo, dominatore delle ultime edizioni di questa gara quando guidava la Yamaha, riesce a portare al vertice anche la Desmosedici, staccando il miglior tempo. La Honda si infila al secondo posto con Dani Pedrosa, a un decimo, ma in terza posizione compare la seconda Rossa di Andrea Dovizioso, con tre decimi di distacco dal suo compagno di squadra. Il diretto rivale nella corsa per il campionato, Marc Marquez, è quinto, dietro anche alla vecchia Yamaha di Johann Zarco, e in ritardo di altri tre decimi da Desmodovi. Il Cabroncito, negli ultimi secondi del turno, è stato anche autore di una caduta alla curva 10, fortunatamente senza conseguenze.

Yamaha out
A completare le prime dieci posizioni anche le Honda clienti di Jack Miller e Cal Crutchlow, rispettivamente sesto e settimo, il collaudatore e wild card Ducati Michele Pirro, ottavo, e Valentino Rossi, nono davanti alla Ktm di Pol Espargaro. Nella classifica combinata del venerdì, tuttavia, il Dottore non riesce ad entrare nella top ten, e dunque a conquistare il passaggio del turno diretto alla fase finale delle qualifiche: stessa sorte anche per il suo compagno di marca Maverick Vinales, solo undicesimo oggi pomeriggio. Ce la fa invece, provvisoriamente, Andrea Iannone, che si è dovuto accontentare del diciottesimo posto nel secondo turno, ma che può contare sul miglior tempo stabilito nella mattinata in sella alla sua Suzuki. La MotoGP torna in pista domani alle 9:55 per la terza sessione di prove libere.