30 novembre 2021
Aggiornato 21:30
Motociclismo

Martin in pole a Valencia davanti a Bagnaia e Miller, Rossi decimo nell'ultima qualifica

Lo spagnolo della Pramac centra la quarta pole stagionale e precede i due piloti del team ufficiale. Quarto Mir, 8° Quartararo e 10° Valentino. Pol Espargaro k.o. dopo la caduta in FP3

Martin in pole a Valencia davanti a Bagnaia e Miller, Rossi decimo nell'ultima qualifica
Martin in pole a Valencia davanti a Bagnaia e Miller, Rossi decimo nell'ultima qualifica Ducati

Prima fila tutta Ducati a Valencia, ultimo GP della stagione. Ed è poker di Jorge Martin. Il pilota della Ducati Pramac nel GP di Valencia coglie la quarta pole stagionale con una prestazione straordinaria. Con il tempo di 1:29.936 lo spagnolo precede le Desmosedici del team ufficiale, con Francesco Bagnaia secondo a 0.064 e Jack Miller terzo a 0.389: nello slancio per inseguire il primato entrambi i piloti in rosso però scivolano in modo innocuo nel finale della sessione. Valentino Rossi chiude l'ultima qualifica in carriera con il 10esimo tempo.

Bagnaia fa da traino a Rossi: «E' il minimo che potessi fare»

Sabato da incorniciare per la Ducati al Tormo di Valencia, con una magnifica tripletta in prima fila in vista dell'ultimo GP della stagione. Secondo posto in griglia di partenza per Francesco Bagnaia, che non nasconde di aver preferito la pole: «Avrei preferito la pole, sono comunque contento e Martìn è stato molto bravo. Non riesco a fare il giro perfetto e non capisco perché, ma abbiamo fatto un gran lavoro e di questo sono contento». Bagnaia si è anche portato alle spalle Valentino Rossi per aiutarlo a conquistare un miglior piazzamento in griglia: «Poco e mi facevo tamponare, era entrato nel mio tunnel d'aria. Trainarlo è il minimo che potevo fare, se potrò aiutarlo lo farò sempre».

Rossi: «Gran sabato per me e il team»

Decimo posto per Valentino Rossi, che nel suo ultimo GP in carriera in MotoGP partirà dalla quarta fila: «Per me e per il team è stato un grande sabato. Fin dal mattino ho trovato migliore sensazioni in sella, con il setup e con le gomme. Sono riuscito a entrare direttamente in Q2 e quello cambio tutto, poi le FP4 non sono andate male. Infine, in qualifica, ho migliorato il mio tempo e ho chiuso un'altra volta nei primi 10, per di più vicino alla migliore Yamaha».

«È veramente una bella sensazione per me e tutto il box all'ultima gara. A parte il momento emozionante, è importante riuscire a fare una bella gara. Pecco mi ha aiutato e sono contento. Non avevamo deciso una vera strategia insieme, ma sono uscito dietro di lui, mi ha visto e ha continuato a spingere. Lo ringrazio. Poi è caduto, ma per me la qualifica era comunque finita, riuscivo a dare il meglio solo al primo giro. Forse avrei potuto fare un pochino meglio, ma il mio potenziale è questo».