27 giugno 2019
Aggiornato 05:00
Calcio

Torino: Mihajlovic sogna Cerci ed El Shaarawy

Il tecnico granata vorrebbe riportare in Piemonte il grande ex e convincere la Roma a cedere l’attaccante esterno, fuori dall’undici titolare giallorosso

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino ( ANSA )

TORINO - Sinisa Mihajlovic prova a chiedere un Torino grandi firme alla dirigenza granata per puntare ad un piazzamento Uefa nel prossimo campionato. Per farlo, il tecnico serbo ha bisogno di calciatori esperti che alzino il livello tecnico e caratteriale del gruppo torinista che nell’ultima stagione ha fallito l’obiettivo europeo a causa di numerosi cali di concentrazione durante l’anno. Il primo passo per costruire un Torino più forte è stata la conferma di Andrea Belotti che dovrebbe rimanere in granata ancora un anno, ma Mihajlovic vuole ancora di più: il direttore sportivo Petrachi, infatti, è al lavoro su indicazione dell’ex allenatore del Milan per convincere Alessio Cerci a tornare a casa dopo le peripezie con l’Atletico Madrid e la rescissione del contratto con gli spagnoli; Cerci è al momento senza squadra ed eccezion fatta per un paio di richieste dalla Grecia ed un timido interessamento della Lazio, non ha mercato.

Speranze

L’ipotesi di tornare al Torino potrebbe concretizzarsi facilmente se tutte le parti arriveranno ad un accordo. Più complicata appare la pista che porta a Stefan El Shaarawy, attaccante della Roma che ha fatto della discontinuità la principale caratteristica della sua carriera, ma che in un ambiente meno oppressivo di quello romano potrebbe trovare la sua dimensione ed una consacrazione al momento lontanissima. L’obiettivo dei mondiali in Russia del prossimo giugno, poi, potrebbe risultare decisiva nella scelta dei due calciatori, momentaneamente fuori dal progetto di Giampiero Ventura.