16 novembre 2019
Aggiornato 02:30

Milan: ora Aubameyang non è più solo un sogno di mercato

Le parole pronunciate da Mirabelli nel corso della conferenza stampa di presentazione della stagione hanno dato nuovo vigore ai sogni rossoneri di riportare a casa Aubameyang. Per il capocannoniere della Bundesliga con 31 gol c’è ancora la concorrenza del Tianjin di Cannavaro, ma il mercato in Cina chiude il 15 luglio.

L'attaccante gabonese del Dortmund Aubameyang
L'attaccante gabonese del Dortmund Aubameyang ANSA

MILANO - Galeotta fu la frase sussurrata dal neo direttore dell’area tecnica del Milan Massimiliano Mirabello nel corso della presentazione ufficiale della nuova stagione rossonera: «Il campionato tedesco è complicato ma se abbiamo preso giocatori da lì è perchè pensiamo che possano far bene. Forse all'inizio non ero molto convinto di prendere due giocatori dalla Bundesliga, ma adesso chissà che non ne arrivi pure un altro».
Bocche spalancate da parte degli astanti e via con la caccia al nuovo mister X dell'estate rossonera, di chiara provenienza teutonica.

Primo della lista
Naturale che il primo nome venuto fuori dall’elaborazione dati di radio mercato è quello di Pierre Emerick Aubameyang, se non altro perchè il suo nome pare sia stato il primo in assoluto a finire sulla lunghissima lista stilata nei lunghi mesi pre-closing dalla nuova task force di mercato del Milan, formata da Fassone & Mirabelli. Che la suggestione "ritorno a casa" si sia via via complicate per la pesante irruzione prima della Cina, poi del ricchissimo Paris Saint Germain, poi di nuovo della Cina, è cosa ormai nota a tutti. La verità però è che ad oggi, giovedì 6 luglio, il capocannoniere della Bundesliga con 31 reti è ancora a tutti gli effetti un calciatore del Borussia Dortmund e non si profilano all’orizzonte nuove offerte che possano fare tentennare lui e il suo club.

Concorrenza cinese
Attenzione però, il franco-gabonese, attualmente a Mykonos in Grecia per gli ultimi giorni di meritate vacanze, è ancora nel mirino di Fabio Cannavaro. Il suo Tianjin confida ancora nella speranza di riuscire a smontare le sue resistenze e convincere l’attaccante a trasferirsi dall’altra parte del mondo, ma il tempo comincia a stringere. Il mercato in Cina chiude il 15 luglio ed è questa la prima data che i tifosi del Milan faranno bene ad appuntarsi sul calendario. Se entro il prossimo sabato Aubameyang sarà ancora un calciatore del Dortmund il più grosso concorrente del Milan non esisterà più.

Due date fondamentali
Ed ecco la seconda data fondamentale in questa vicenda: il 18 luglio, giorno in cui i gialloneri del Borussia affronteranno proprio il Milan per uno dei due appuntamenti (l’altro è con il Bayern Monaco) che i ragazzi di Montella affronteranno in Cina, a casa dei nuovi proprietari. Quel giorno potrebbe essere un fondamentale spartiacque per il possibile ritorno a casa di Pierre Emerick Aubameyang. I tifosi rossoneri hanno già le dita incrociate.