15 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Calcio - Serie A

Retromarcia Donnarumma: «Amore assoluto per il Milan»

Dopo il tweet pomeridiano dedicato al suo procuratore («Donnarumma e Raiola: ieri, oggi e domani») che ha avuto il potere di fare letteralmente imbufalire il popolo rossonero, in serata è arrivato una precisazione su Instagram che dovrebbe far piacere ai tifosi: «Amo il Milan, dopo l’Europeo sono pronto a discutere il mio rinnovo di contratto».

Il portiere del Milan Donnarumma
Il portiere del Milan Donnarumma ANSA

MILANO - La conferma che abbiamo a che fare con un bambinone di 18 anni è data proprio dalla leggerezza con cui gestisce questioni più grandi di lui, come quella di un rinnovo contrattuale da 50 milioni di euro lordi e l'amore sconfinato di oltre 6 milioni di tifosi solo in Italia.
Nel pomeriggio di domenica un tweet di Donnarumma ha avuto il potere di minare il già precario equilibrio che la dirigenza del Milan stava provando a ricreare tra Gigio e l’universo rossonero dopo il black out di giovedì scorso. Una sorta di dichiarazione di amore eterno tra lui e il suo procuratore («Donnarumma e Raiola: ieri, oggi e domani». 
A distanza di qualche ora, complice il polverone alzatosi e la reazione inferocita dei tifosi, il portierone della Nazionale Under 21 ha sentito il bisogno di placare gli animi e chiarire il suo pensiero con un lungo post diffuso stavolta su Instagram.

Scusa a tutti
«Oggi con un mio tweet ho scatenato un vero putiferio, che non volevo generare, e di questo mi scuso. Desidero ribadire il mio amore assoluto per il Milan e i suoi tifosi. Ora ho in mente la Nazionale, con la quale spero di fare un regalo a tutti i tifosi. La mia promessa è che, non appena sarà finito l’Europeo, incontrerò la società insieme alla mia famiglia e al mio agente per discutere il mio rinnovo».
La speranza è che tutto finisca in fretta, soprattutto per il bene del ragazzo. Non mettiamo in discussione il suo amore per il Milan, ma questa tarantella insopportabile sul suo rinnovo di contratto sta mettendo a dura prova la pazienza dei tifosi. È il caso di mettervi subito la parola fine, in un verso o in un altro.