18 ottobre 2019
Aggiornato 06:00

Milan, è l’ora della resa dei Conti

Al termine di una lunga ed estenuante riunione è stata trovata l’intesa tra Milan e Atalanta per il passaggio dell’esterno Andrea Conti in rossonero. Alla società bergamasca andranno 20 milioni di euro più tre giovani milanisti: Vido, Pessina e Felicioli.

L'esterno dell'Atalanta Andrea Conti
L'esterno dell'Atalanta Andrea Conti ANSA

MILANO - È durato fino alle 21.50 ieri sera l’incontro avvenuto negli studi del presidente Percassi tra i vertici di Atalanta e Milan per decidere del futuro di Andrea Conti. Una trattativa estenuante che però potrebbe aver finalmente portato ad una soluzione, anche se mancano ancora alcuni dettagli. Dal fronte bergamasco, appurata la volontà dell’esterno azzurro di accettare le lusinghe rossonera e il ricco quinquennale da oltre 2 milioni di euro l’anno, il muro ha iniziato a sgretolarsi. Difficile infatti pensare che potesse resistere la teoria Gasperini dell’incedibilità del ragazzo, soprattutto dopo il recente rinnovo che garantiva al neo biondo terzino di poter essere ceduto in caso di un’importante offerta da una big.

Trovato l’accordo
Ora l’importante offerta di una big è arrivata e l’Atalanta non può più far finta di non sentire. C’è solo da mettersi d’accordo sulle cifre visto che il presidente Percassi ha sparato alto (30 milioni), mentre il Milan ne messi sul piatto al massimo 20. La soluzione, dopo la lunghissima riunione di ieri, sembra essere stata trovata sulla base di una serie di contropartite tecniche. Ma non gli affidabili ed esperti Paletta, Kucka, Lapadula etc. etc, che Mirabelli sperava di inserire nella trattativa, quanto i giovanissimo Vido, Pessina e Felicioli. Una cosa è certa, Andrea Conti sarà presto rossonero e Montella avrà quel nuovo prezioso innesto sulla fascia destra che, con Rodriguez a sinistra, garantirà al Milan nuove ali con cui volare.