20 agosto 2019
Aggiornato 05:30

Milan, è Tolisso il centrocampista scelto da Montella

Dopo il rinnovo contrattuale, per il confermatissimo tecnico rossonero è tempo di porre le basi, insieme alla società, della nuova rosa milanista. In attesa dell'ufficialità di Kessié, e aspettando novità sul fronte Biglia, il vero sogno dell'Areoplanino sembra essere Tolisso.

Il centrocampista francese Tolisso
Il centrocampista francese Tolisso ANSA

Milano - Mister Montella è raggiante e ne ha ben ragione. Una stagione, quella appena conclusasi, piena di alti e bassi e con risvolti sempre nuovi dietro l'angolo. Uno di questi è stato il passaggio in mano cinese, ma la neo società ha deciso di proseguire con lui, dando continuità alla scelta della vecchia proprietà. All'orizzonte un campionato importantissimo (in cui il quarto porto tornerà a voler dire Champions League) e un'Europa League da affrontare al meglio.

Le richieste del tecnico
Ecco perché gli uomini di vertice della società rossonera non hanno posto particolari limiti alle richieste del tecnico, che è andato in primis ad indicare in quali ruoli intervenire; poi, anche a menzionare qualche nome di rilievo. E sul francese Tolisso in forza al Lione, Montella, interrogato in questi giorni, non ha voluto smentire segno che il suo è un prospetto preso in considerazione. A domanda precisa sul mediano transalpino ha infatti dichiarato, sorridendo: «Sì, è un calciatore che mi piace».

Asta europea
E a chi non piacerebbe verrebbe da dire. Sono tante, forse troppe le squadre interessate al mediano lionese, capace di mettere a referto numeri eccezionali quest'anno: 12 le volte in cui è andato in rete tra campionato e le due coppe europee, 7 gli assist relativi alle stesse competizioni. Classe '93, potrebbe rivelarsi presente e futuro di moltissime compagini. 
A complicare le cose è però la volontà del ragazzo che proprio in giornata ha fatto sapere di avere altre idee per il futuro: «Per la mia crescita vorrei giocare la Champions League. È fondamentale giocare i più grandi match europei per essere poi pronto a disputare il Mondiale. Se ci saranno delle offerte le studierò con i miei consiglieri, i miei genitori e andrei a parlare col presidente per dirgli che ho voglia di partire. Spero che la situazione si chiarisca rapidamente».

La speranza è ancora viva
Apparentemente una pietra tombale alle ambizioni dei tifosi milanisti e di Vincenzo Montella, ma da qui alla fine del mercato, soprattutto alla luce delle straordinarie ambizioni del Milan, non sono escluse sorprese. Del resto, un’Europa League giocata con una maglia prestigiosa come quella rossonera potrebbe quasi pesare come una Champions League disputata in un club di blasone inferiore. E questo, Corentin Tolisso lo sa benissimo.