27 novembre 2020
Aggiornato 10:00
Così le qualifiche del Gran Premio delle Americhe di MotoGP

Marquez frega la pole a Vinales all'ultimo respiro. Valentino Rossi terzo

Proprio nel suo tentativo finale e decisivo Magic Marc riesce a riconfermare la sua superiorità sul circuito di Austin, con un tempo di 130 millesimi migliore di quello del rivale della Yamaha. Il Dottore chiude la prima fila della griglia di partenza

Marc Marquez in azione sulla sua Honda ad Austin
Marc Marquez in azione sulla sua Honda ad Austin Michelin

AUSTIN – La pole position del Gran Premio delle Americhe si è decisa a tempo ormai scaduto. Da una parte l'ormai acclarata velocità di Maverick Vinales, che lo ha portato in testa alla classifica proprio nel suo ultimo tentativo. Dall'altra la determinazione di Marc Marquez a non farsi battere proprio sulla sua pista, quella che con un colpo di reni finale e decisivo gli ha permesso di scavalcare il suo più giovane rivale, di 130 millesimi. Sarà dunque il campione della Honda a scattare davanti a tutti ad Austin, affiancato in prima fila da Top Gun e da un sorprendente Valentino Rossi, anche lui efficacissimo nel giro conclusivo delle sue qualifiche, in cui involontariamente ha tirato anche la scia allo stesso Marquez sul traguardo. In seconda fila si accomoderanno invece la seconda Honda, quella di Dani Pedrosa, la Yamaha satellite dell'ottimo Johann Zarco e la migliore delle Ducati, che stavolta è quella di Jorge Lorenzo, risalito alla grande dopo aver dovuto passare la tagliola delle eliminatorie. L'altro ducatista Andrea Dovizioso si è piazzato solo settimo, ad aprire la terza fila. Proprio nei minuti iniziali della corsa alla pole position, sono invece finiti per terra prima Jack Miller e poi Andrea Iannone, scivolato alla curva 15. All'ultimo minuto a cadere è stato invece Cal Crutchlow, all'undicesima piega, che non è dunque riuscito ad andare oltre la nona piazza. Domani il via della gara alle ore 21 italiane.