23 marzo 2019
Aggiornato 13:30

Milan, Donnarumma mai alla Juve

Le parole pronunciate dal fratello maggiore Antonio, oggi estremo difensore dell’Asteras Tripolis in Grecia, dovrebbero fugare definitivamente ogni possibili dubbio un un eventuale futuro di Gigio lontano dal Milan.

MILANO - Al Milan, ma soprattutto tra i tifosi rossoneri, c’era bisogno di parole rassicuranti, di una voce autorevole e credibile che spegnesse sul nascere ogni possibile illazione su un eventuale futuro addio di Gianluigi Donnarumma al club di via Aldo Rossi. Inutile aspettarsi un gesto del genere dall’agitatore professionista Mino Raiola, nè tantomeno dalla dirigenza del Milan, considerato che quella vecchia (Berlusconi e Galliani) non ha più potere, mentre quella nuova (Sino-Europe Sports, Fassone e Mirabelli) non ne ha ancora.  

Mai alla Juve

Ecco allora arrivare in soccorso del sempre più inquieto popolo milanista una vecchia conoscenza del calcio rossonero, Antonio Donnarumma, attuale portiere dell’Asteras Tripolis in Grecia, ma soprattutto fratello maggiore del fenomenale Gigio. Intervistato dal Corriere Dello Sport, l’estremo difensore cresciuto anche lui al Vismara, ha chiuso ogni tipo di discorso legato ad un possibile addio del baby talento rossonero al Milan: «Io e Gigio ci sentiamo tutti i giorni e posso assicurarvi che non andrà mai alla Juve e non lascerà il Milan per nessun motivo».

Non lascerà il Milan

E ancora: «Oggi il numero 1 è Buffon, il simbolo della scuola di portieri italiani, e dopo Gigi in Nazionale c’è lui. Ma conoscendo Gigio, so che non lascerebbe il Milan per nulla al mondo. È veramente felice in rossonero ed è milanista da sempre. Avere la sua personalità a 17 anni è qualcosa di incredibile, gli scivola tutto addosso. Ne nascono pochi come Gigio, è un fenomeno».

Al Milan l’hanno capito, e purtroppo anche in ogni altro angolo del pianeta. Logico che tutti i principali club del mondo l’abbiano messo nel mirino. I nuovi proprietari cinesi hanno il dovere di blindare immediatamente Donnarumma prima che sia troppo tardi. Il 25 febbraio, giorno in cui Gigio diventerà maggiorenne, è vicino. Fondamentale farsi trovare preparati.