9 dicembre 2021
Aggiornato 13:30
La conferenza stampa pre Gran Premio del Giappone

Marquez: «Potrei vincere il titolo già domenica». Rossi: «Non ci contare»

L'obiettivo di Magic Marc è «vincere il titolo il prima possibile». Potrebbe conquistarlo a Motegi ma «penso solo alla gara». Per Valentino il Mondiale è una «sfida disperata, ma voglio ritardare la vittoria di Marquez»

MOTEGI«La nostra Yamaha qui è competitiva, ma dobbiamo capire il livello delle gomme, fare le scelte giuste». Valentino Rossi si prepara alla sfida di Motegi, quartultima prova del Motomondiale. Un Gran Premio del Giappone su cui pesa l'incognita meteo, un altro elemento della grande imprevedibilità di risultati che caratterizza tutta questa stagione: «Come sempre – scherza infatti il Dottore – L'anno scorso abbiamo girato sull'asciutto e poi di domenica è cambiato tutto per colpa della pioggia. Stavolta spero sia sempre asciutto e anche un po' più caldo di oggi, che fa freddo. Dobbiamo fare bene, lottare e fare una buona gara». Giappone, Australia, Malesia: comincia il trittico terribile che tante volte ha portato bene a Rossi: «Tre gare di fila sono difficili, non è il massimo perché un problema in una gara si può ripercuotere anche sulle altre. Però Motegi, Phillip Island e Sepang sono tre piste fantastiche ed è sempre bello guidare una MotoGP su queste piste». Il Mondiale, considerato il distacco di ben 52 punti da Marc Marquez, è una sfida «disperata» ma «conto di ritardare il più possibile la sua festa». In ogni caso «anche restare davanti a Lorenzo e vincere il derby di casa Yamaha sarebbe una bella soddisfazione per tutti noi. Vedremo. Motegi mi è sempre piaciuta, di solito andiamo bene, ma qui si riparte da zero. Vincere in una pista di proprietà della Honda sarebbe uno stimolo ulteriore, qui in carriera sono salito sul podio undici volte ma ho vinto solo due. Comunque di solito vado forte».

Marquez vuole chiudere i conti
Marc Marquez, al contrario, ha tra le mani il primo match point iridato: se domenica salisse sul gradino più alto del podio con Valentino Rossi solo quindicesimo, sarebbe già matematicamente campione in anticipo. «Qualche possibilità aritmetica c'è – ammette Magic Marc – però non ne parlo perché dovrebbero avvenire troppe coincidenze, quindi mi concentro solo sulla gara. Sarebbe importante avere un meteo stabile ma non si può mai sapere: noi cerchiamo di mantenere la mentalità che finora ci ha portato sin qui. Motegi non è come l'ultima pista dove ho vinto, Aragon: qui con la nostra moto fatichiamo un po'. Ma stiamo migliorando di gara in gara: anche a Misano ci aspettavamo di essere lontani, invece con Pedrosa abbiamo addirittura vinto. Dobbiamo gestire bene le prove e prendere punti per il campionato. Si deciderà tutto in queste settimane? Ci sono tre gare di fila, conterà finirle tutte, mantenere la calma durante le prove, controllare il limite perché ci sono altre due gare davanti. Il Mondiale? Io vorrei risolvere tutto il prima possibile, al momento ho un buon vantaggio ma non importa dove si vince il titolo, conta solo vincerlo».

(da fonte Askanews)