14 novembre 2019
Aggiornato 16:30

Quartararo il più veloce nelle seconde libere: «Non sono ancora al 100%»

Il francese della Petronas precede Vinales e Marquez. Quarto tempo per Andrea Dovizioso su Ducati davanti a Valentino Rossi: «Devo adattarmi alla moto»

Fabio Quartararo su Yamaha Petronas
Fabio Quartararo su Yamaha Petronas ANSA

MOTEGI - Il francese Fabio Quartararo ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere sul circuito di Motegi dove domenica si correrà il gran premio di motogp del Giappone, quartultima prova del mondiale 2019. Il pilota della Yamaha Petronas ha chiuso il miglior giro in 1:44.764 precedendo di 321 millesimi Maverick Vinales su Yamaha, e di 336 il campione del mondo Marc Marquez su Honda. Quarto tempo per Andrea Dovizioso su Ducati, staccato di 650 millesimi, davanti a Valentino Rossi sull'altra Yamaha ufficiale, in ritardo di 792 millesimi.

Quartararo: «Alta motivazione»

Un venerdì all'insegno della Yamaha a Motegi con il francese Fabio Quartararo a prendersi il miglior tempo. «Non penso che una pista sia adatta alla Yamaha o alla Honda: per me la Yamaha va bene dappertutto e dobbiamo tenere alta la motivazione, come oggi, per fare del nostro meglio - dice Quartararo -. Nelle Libere 1 abbiamo fatto un po' di fatica, poi però nelle Libere 2 siamo andati bene. Però non sono ancora al 100%: sarà importante lavorare sulla moto e pure sul mio stile di pilotaggio e adattarlo su ogni pista».

Marquez: «Il livello lo fanno Quartararo e Vinales»

Terzo tempo di giornata (1'45:100) per Marc Marquez al termine delle libere del Gp del Giappone, quartultima prova del MotoGp, a tre decimi dal miglior crono di Fabio Quartararo (1'44:764) e praticamente incollato all'altra Yamaha di Maverick Vinales (1'45:085). «Al primo giro ho avuto subito uno spavento, quindi siamo tornati subito alla realtà - ha detto Marquez a fine giornata -. Non è stata la mia giornata migliore, soprattutto il secondo turno, ma almeno ci siamo». Nella FP2, appena entrato in pista, Marc ha immediatamente preso la via della pista senza completare nemmeno un giro. «Nel secondo turno abbiamo fatto un po' di confusione che le cose che abbiamo provato, ma dobbiamo continuare a lavorare per poter stare con le Yamaha. Abbiamo cambiato la nostra filosofia e nel turno pomeridiano non facevamo altro che entrare ed uscire dai box, perché abbiamo fatto un po' di confusione. Il livello - ha concluso Marquez - lo stanno facendo Fabio e Maverick e quando ci sono due piloti che vanno così veloci, provi a stare con loro».

Rossi: «Devo adattarmi alla moto»

Valentino Rossi ha raddrizzato la sessione di libere del Gp del Giappone sulla pista di Motegi con un tempo nel finale che gli è valso il 5° posto. «Siamo andati abbastanza bene, è stata una giornata positiva ed era importante stare nei 10 perché con la pioggia in arrivo potrebbe cambiare tutto», le parole di Vale, che sta lavorando su tante altre cose: «Ho messo da parte il doppio scarico e il forcellone in carbonio perché non siamo ancora pronti, dobbiamo lavorarci in inverno e nei week end non hai mai il tempo di farlo. Poi sto lavorando sulla frenata, provando a frenare con due dita per fare meno forza sulla leva e caricare meno la forcella: queste moto sono cambiate, devi adattare lo stile per ottenere il massimo in questa fase e vediamo come va».