15 ottobre 2019
Aggiornato 19:00

Milan su Pavoletti: l’ultimo regalo di Galliani all’amico Preziosi

L’ad rossonero sembra intenzionato a puntare tutto su Pavoletti, malgrado le esigenze di Montella siano altrove e di attaccanti centrali in rosa al Milan ce ne siano già a sufficienza.

MILANO - Si dice che al termine del suo mandato, che coinciderà con il tanto atteso closing e il passaggio di proprietà del Milan ai nuovi investitori cinesi, una delle possibili destinazioni per Adriano Galliani (l’altra sembra poter essere la presidenza della Lega) possa essere una poltrona di potere al Genoa offerta dall’amico d’ombrellone e di decine di affari Enrico Preziosi.

Si dice anche - e sempre con maggior insistenza - che il Milan stia meditando un affondo decisivo su Leonardo Pavoletti, centravanti del grifone non più giovanissimo (classe ’88) e valutato non meno di 15 milioni. 

Questioni di opportunità

Alzi la mano chi non vede una qualche stortura in una simile accoppiata di notizie. Non che ci sia nulla di strano che Galliani continui la sua carriera proprio al Genoa, la società che maggiormente ha tratto benefici dalla gestione scombiccherata del portafoglio rossonero, ma proprio alla luce di uno scenario del genere sarebbe opportuno lasciar perdere l’ennesimo affare con Preziosi. Una semplice questione di buon gusto che però l’attuale ad di Casa Milan sembra aver del tutto smarrito.

Pavoletti non serve

Oltre al fatto che al Milan di punte centrali d’area di rigore alla Pavoletti ce ne sono al momento ben quattro, Bacca, Luiz Adriano, Lapadula e Matri, due delle quali dichiaratamente sul mercato (il colombiano e l'ex laziale). Considerata la conclamata incapacità di Galliani nel cedere al prezzo giusto i propri giocatori, è probabile - e a questo punto auspicabile - che non se ne farà nulla, ma come ogni estate siamo qui a parlare inorriditi delle decisioni farsesche dell’uomo mercato del Milan senza riuscire a farcene una ragione. Per fortuna questo mercato sarà l’ultimo.