17 settembre 2021
Aggiornato 00:30
Calciomercato-Milan

Il sogno di mercato del Milan dipende da El Shaarawy

Inizia a profilarsi all’orizzonte una delle più suggestive operazioni di mercato per questa finestra di gennaio: il passaggio di Candreva al Milan, in cambio di El Shaarawy (possibile pacco di ritorno dal Monaco), il cartellino di Matri e conguaglio.

MILANO - Ormai ci siamo abituati: in questi giorni, con l’approssimarsi dell’opening day del mercato invernale, è normale leggere di operazioni roboanti, scambi stellari, trasferimenti epocali. Che poi la maggior parte di queste fantasmagoriche transazioni non si concluda è solo una scontata appendice che tra l’altro non ci sorprende più.
È con questa necessaria premessa che prendiamo in considerazione quello che appare ben più di un rumor in questi ultimi giorni dell’anno: un maxi affare tra Milan e Lazio.
Protagonisti da una parte Antonio Candreva, proiettato in direzione Milano, sponda rossonera; dall’altra Stephan El Shaarawy, attualmente al Monaco, e Alessandro Matri, già in biancoceleste ma solo in prestito.

Candreva, uomo ideale per il Milan
Cerchiamo di capire cosa potrebbe accadere. Lo staff tecnico rossonero, alla luce delle deludenti prestazioni di Cerci e della precaria affidabilità di Keisuke Honda, sembra aver valutato senza più ombra di dubbio l’uomo giusto per rinforzare la rosa di Sinisa Mihajlovic: il centrocampista azzurro della Lazio Antonio Candreva, ideale per colmare una delle lacune più evidenti nella rosa del Milan, l’esterno destro alto, indispensabile nel nuovo 4-4-2 voluto dall’allenatore serbo. Il centrocampista biancoceleste ha un contratto in scadenza nel 2019 e appare difficile che l’esoso presidente Lotito possa lasciarlo andare per meno di 30 milioni. Ecco perché inizia ad affacciarsi un’ipotesi tanto suggestiva quanto credibile: il tentativo di Galliani di indirizzare verso la Capitale Stephan El Shaarawy, sempre più emarginato al Monaco, oltre al cartellino di Alessandro Matri che tanto bene si sta comportando nella squadra di Pioli. Ovviamente con un importante conguaglio, quantificabile in non meno di 10 milioni da versare nelle casse della Lazio.

El Shaarawy bocciato a Monaco
Per Galliani non dovrebbe essere difficile convincere il club monegasco a rimettere il piccolo Faraone su un treno direzione Milano, visto che, dopo l’abbondante utilizzo di inizio stagione, il tecnico Jardim pare avere definitivamente bocciato l’attaccante azzurro. Probabilmente proprio per non schierarlo quell’ultima volta che costringerebbe il Monaco all’obbligo di riscatto. Ecco quindi che già a gennaio El Shaarawy potrebbe far ritorno a casa, ma solo per rifare i bagagli e dirigersi all’ombra del Colosseo. È in quest’ottica che va letto il lavoro del direttore sportivo della Lazio Tare che proprio in queste ore ha iniziato le consultazioni per cedere il giovanissimo Keita al miglior offerente.

Matri, già 6 gol con la Lazio
Poi ci sarebbe Alessandro Matri, già autore di 6 gol con la Lazio (3 in campionato, 1 in Coppa Italia, 2 in Europa League) e per questo decisamente ben accetto dalle parti di Formello. Il valore dell’attaccante è di circa 5 milioni, che sommati ai 15 di El Shaarawy consentirebbe a Galliani di bussare alla porta di Lotito con un pacchetto importante. Se poi l’ad rossonero riuscisse a convincere l’amico di tante battaglie in Federazione e in Lega ad accettare un conguaglio non superiore ai 10 milioni, ecco che l’operazione più eclatante di questo mercato di gennaio potrebbe trovare una positiva conclusione.

Al Milan ci sperano, alla Lazio forse pure. Allora perché non crederci anche noi?