4 aprile 2020
Aggiornato 18:00
Formula 1

Test irregolari, reprimenda a Mercedes e Pirelli

Il tribunale internazionale della FIA ha comminato solo una reprimenda per la casa delle gomme italiana e l'esclusione della scuderia tedesca dalle prove di metà luglio riservate ai giovani piloti, in programma a Silverstone nel mese di luglio

PARIGI - La Mercedes e la Pirelli escono nel migliore dei modi possibili dalla vicenda relativa ai test irregolari dello scorso maggio sul circuito di Barcellona. Il tribunale internazionale della Fia ha comminato solo una reprimenda per la casa delle gomme italiana e l'esclusione della scuderia tedesca dalle prove di metà luglio riservate ai giovani piloti, in programma a Silverstone nel mese di luglio.

ACCOLTA LA TESI MERCEDES - I dodici giudici della Federazione internazionale dell'automobilismo hanno così accolto la linea difensiva della Mercedes, proposta da Ross Brawn e mandata avanti dal legale Paul Harris. È risultata decisiva, per la sentenza quasi assolutoria, la testimonianza della Pirelli che ha chiarito di aver permesso alla scuderia tedesca di svolgere test senza immagazzinare informazioni specifiche. Le prove incriminate avevano come scopo quello di testare gomme che non saranno utilizzate nel Mondiale 2013.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal