21 luglio 2019
Aggiornato 19:30

Procedura UE, Di Maio: «Saremo responsabili, non fessi»

Lo dice il vicepremier Luigi Di Maio parlando con la stampa a Sassari: «Sia ben chiaro: se qualcuno pensa DI tagliare i servizi agli italiani, le pensioni, i soldi per le scuole dei nostri figli, su questo troverà nel governo italiano un muro in cemento armato».

Video Agenzia Vista

SASSARI - «Con responsabilità dobbiamo affrontare la procedura d'infrazione per tutelare i conti dell'Italia. Noi saremo responsabili ma non fessi: se qualcuno pensa di voler tagliare servizi, pensioni e soldi alle scuole troverà dal governo italiano un muro di cemento armato». Così Luigi Di Maio, a Sassari per la campagna elettorale delle comunali, ha risposto ai giornalisti a proposito dell'atteggiamento da tenere nei confronti della Commissione europea.

Responsabilità e lealtà agli italiani

«Quindi responsabilità e lealtà agli italiani - ha puntualizzato il vicepremier - perchè la procedura d'infrazione e la nuova legge di bilancio si basano su un concetto: dobbiamo abbassare le tasse, ridurre i costi per le famiglie italiane e aumentare i salari, partendo dal salario minimo ma anche con la riduzione del cuneo fiscale».