17 ottobre 2019
Aggiornato 13:01

Romano Prodi e il Governo Ursula: «Farlo durare è un fatto democraticamente doveroso»

L'ex Presidente del Consiglio: «Conte? Sta facendo un esercizio complicato. Legge elettorale? Io sono sempre stato per il maggioritario e lo sono ancora»

L'ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi
L'ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi ANSA

RAVENNA - «Mi auguro che questo governo in via di costruzione possa durare a lungo e quindi completare la legislatura». La durata del governo Conte-Bis «è un fatto democraticamente non solo legittimo, ma doveroso». Lo ha detto l'ex presidente del Consiglio, Romano Prodi, intervistato alla Festa nazionale de l'Unità a Ravenna. «Le elezioni sono assolutamente legittime, ma è legittimo anche che una legislatura duri cinque anni - ha detto Prodi -. Bisogna fare di tutto perché la legislatura duri cinque anni. Il cercare di farla durare a mio parere è un fatto democraticamente non solo legittimo, ma doveroso. Poi se non si riesce si va a votare, ma non è che il richiamare il voto immediatamente sia di per sé un fatto di democrazia».

«Io sono per il maggioritario»

«Mi auguro - ha aggiunto Prodi - che questo governo in via di costruzione possa durare a lungo e quindi completare la legislatura». Il governo precedente, secondo il Professore «era nato con un'alleanza nata dopo le elezioni; adesso si deve costruire qualcosa che duri di più, qualcosa che abbia un programma comune e che duri tutta la legislatura. Non sarà facile, perché si esce da elezioni». Prodi si è poi soffermato su questo sistema elettorale che impedisce a una coalizione di vincere e governare senza cercare prima un'alleanza con altre forze politiche: «Adesso si sta andando verso la lode del proporzionale, io sono sempre stato per il maggioritario e lo sono ancora».

«Conte? Sta facendo un esercizio complicato»

Giuseppe Conte ancora premier con un'alleanza Pd-M5s? «Vediamo. Perché sta facendo un esercizio complicato. E' interessante. E' troppo presto per vedere le conseguenze ma interessante da osservare. Gli auguro di durare più di Prodi. Da undici anni non venivo alle Feste de l'Unità ma ci avevo visto giusto, l'ho preparata per un undici anni» ha esordito Prodi che è stato accolto dai presenti alla Festa con un lungo applauso.

«M5s-Pd è una faticosa ma interessante proposta»

Rispetto all'ultimo governo firmato Romano Prodi «c'è una legge elettorale per cui non c'è nessuno che vince mai». Quindi la situazione nel paese è completamente diversa. L'alleanza Cinquestelle-Partito democratico è una «faticosa ma interessante proposte» e «mi auguro che sia costruttiva. Uno è sempre contento di avere degli eredi, il problema è che cosa gli lascia - ha scherzato Prodi rispondendo a chi gli ricordata che 'Conti è un po' l'erede di Prodi' -. La situazione è totalmente diversa dai miei tempi: abbiamo vinto con una coalizione organizzata, adesso c'è una legge elettorale per cui non c'è nessuno che vince mai. Oggi ci sono le elezioni e poi si fanno gli accorpamenti. Un primo accorpamento Lega-Cinquestelle, è stato un matrimonio un po' tribolato, è durato 14 mesi - ha aggiunto -, adesso c'è una faticosa ma interessante proposta, mi auguro costruttiva. Auguro a Conti di durare più di Prodi».