4 agosto 2021
Aggiornato 14:00
Consultazione

Matteo Renzi non decide: «Vogliamo un Governo politico, ma non a tutti i costi»

Lo ha detto il leader di Italia Viva al termine dell'incontro con Roberto Fico nell'ambito delle consultazioni avviate dal presidente della Camera su indicazione del capo dello Stato Sergio Mattarella

Video Agenzia Vista

Italia Viva «preferisce un governo politico rispetto ad uno istituzionale». Anche se «non a tutti i costi». E comunque annuncia di essere pronta ad ascoltare il Movimento 5 Stelle. Lo ha detto il leader di Iv Matteo Renzi al termine dell'incontro con Roberto Fico nell'ambito delle consultazioni avviate dal presidente della Camera su indicazione del capo dello Stato Sergio Mattarella.

«Questa discussione - ha chiarito - non è tra singole forze politiche, per interessi di parte. E' una discussione importante sul futuro del Paese, su come spendere i soldi del Next generation Eu e su come affrontare la prima emergenza che è quella della vaccinazione».

A Fico, ha continuato, «abbiamo chiesto di verificare la possibilità di accordo sui temi, sappiamo che alcuni sono divisivi, ma sono tutti nell'interesse dei cittadini, dalle scuole, le necessarie risorse sulla sanità, piccole e medie imprese. Abbiamo proposto di verificare la possibilità di un accordo sui temi che Iv ha sottolineato. Alcuni sono divisivi, come il Mes». Il Meccanismo di stabilità, ha aggiunto Renzi, «serve, cercheremo di capire la posizione di M5S».

«Lo sappiamo» che su alcuni temi c'è divisione «ma sono cose necessarie per i cittadini», ha continuato Renzi assicurando che «siamo pronti a fare di tutto nelle prossime ore per trovare gli opportuni accordi. Nella giornate di domani, lunedì e martedì siamo a disposizione del presidente Fico per arrivare a un punto di convergenza che metta al centro gli interessi degli italiani».

Per Renzi «non servono riunioni notturne fino all'alba, non servono emendamenti che arrivano di notte, serve un metodo condiviso e serve soprattutto un documento scritto. Questo per noi è un punto fondamentale». E «siccome - ha chiarito - questa non è una crisi che nasce dai caratteri, dalle simpatie e dalle antipatie, noi siamo pronti a fare la nostra parte su un documento in cui è scritto chi fa cosa».

«Prima i contenuti, poi su squadra diremo la nostra»

«Noi non vogliamo chiedere un ministero per noi. Se avessimo voluto farlo lo avremmo già ottenuto. Noi siamo l'unica forza che ha detto 'prima parliamo di idee, poi di nomi'», «non è un problema di quale ministero avrà Italia viva», «poi naturalmente c'è da comporre un quadro di governo, se saremo nelle condizioni di farlo, e non mancherà la nostra voce, ma arriva alla fine e non all'inizio».

Anzaldi: «Tg1 censura Renzi, giornalismo umiliato»

«Tg5 e Tg La7 trasmettono in diretta alle 20 le dichiarazioni di Renzi, le più attese giornalisticamente tra le consultazioni di Fico, mentre il Tg1 le censura e fa sentire solo pochi secondi senza contesto. Informazione sempre più umiliata dal Tg1 Rai, incredibile silenzio Agcom». Lo scrive su Twitter il deputato di Italia viva Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai.

«Nessuna programmazione speciale su Rai1 Rai2 Rai3 sulle consultazioni del presidente Fico con i partiti. Telespettatori costretti a seguire le tv commerciali. A che serve allora pagare il canone? Questo è servizio pubblico? Incredibile violazione del Contratto di Servizio».

(con fonte Askanews)