21 novembre 2019
Aggiornato 11:30

Renzi: «Governo d'emergenza, mettere da parte ambizioni personali»

L'ex Segretario del PD, Matteo Renzi: «Tutto è cominciato perché Salvini ha chiesto i pieni poteri. E' un atto di servizio al Paese»

Matteo Renzi con il Presidente dei Senatori del PD, Marcucci
Matteo Renzi con il Presidente dei Senatori del PD, Marcucci ANSA

ROMA - «Quando si forma un Governo è normale che si affaccino ambizioni, richieste, desideri. Ma questo Governo nasce sulla base di una emergenza: evitare che le tasse salgano e che l'Italia vada in recessione. È un atto di servizio al Paese, innanzitutto. Per questo invito tutti a mettere da parte le ambizioni personali e dare una mano per il bene comune». E' quanto scrive Matteo Renzi in un post su Facebook.

«Tutto è cominciato per colpa di Salvini»

«Non chiedo - aggiunge - che tutti facciano un passo indietro come ho fatto io: basta che si tenga al centro l'obiettivo che è quello di mettere in sicurezza le istituzioni democratiche e i risparmi degli italiani. Vi garantisco che costa fatica ignorare insulti e offese, ma si fa politica con i sentimenti e non con i risentimenti. Tutto è cominciato perché qualcuno ha chiesto 'i pieni poteri'. Il potere non è sostantivo: il potere è un verbo, poter cambiare le cose. Mettiamoci a servizio provando a dare senza chiedere. E tutto sarà più semplice», conclude.

Boschi: «Mandato chiaro a Zingaretti, fare presto»

«Abbiamo dato un mandato chiaro al segretario. Inizia la fase di trattativa. Per noi la preoccupazione è il tempo. Per evitare l'aumento dell'iva bisogna fare presto». Lo ha detto la renziana Maria Elena Boschi, al termine della direzione del Pd. «Per noi l'importante è che si abbassino le tasse - ha aggiunto - e che non si aumentino le poltrone».

Marcucci: «Emergenza impone tempi brevi»

«Ragionevolmente ci saranno tempi brevi. L'emergenza per il Paese impone tempi brevi». Lo ha detto il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, ai microfoni di La7 entrando al Nazareno.