24 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

Di Maio: la sfida della Sicilia è la sfida del M5s per il governo del Paese

Di Maio lancia la sua lunga campagna elettorale isolana che si aprirà oggi con l'annuncio del candidato governatore e si chiuderà a novembre con il voto. Lui, considerato il politico più apprezzato, si dice disponibile a fare il premier ma, dice, la priorità sono i vitalizi

PALERMO - Di Maio lancia la sua lunga campagna elettorale isolana che si aprirà oggi con l'annuncio del candidato governatore e si chiuderà a novembre con il voto. "La sfida della Sicilia è la sfida del Movimento al governo del Paese: vogliamo prenderci la responsabilità di mettere a posto la Regione" ha detto il vicepresidente della Camera in una intervista al 'Corriere della Sera'. "Quando ci vogliamo prendere una responsabilità - dice Di Maio - la vogliamo portare avanti. Roma ha più del doppio dei debiti della Sicilia e di sicuro faremo tesoro del know how dei nostri Comuni. Oltretutto, la Sicilia è una Regione a statuto speciale e questo ci permette di agire in modo efficace con leggi mirate. Per esempio, dimezzeremo subito gli stipendi dei deputati regionali siciliani ed elimineremo i vitalizi".

Disponibile a fare il premier ma priorità sono vitalizi
A proposito della sua eventuale candidatura a premier per il M5s, Di Maio spiega che "se gli iscritti dovessero decidere per me io sarò disponibile ma per ora la nostra priorità è il blocco dei vitalizi. Il Pd farà il suo solito gioco di prestigio. E anche Berlusconi, che finge di voler aiutare i pensionati, poi vota contro il taglio dei vitalizi. Una vergogna".

Politico più apprezzato
A proposito del sondaggio che lo accredita come politico più apprezzato, Di Maio commenta che "non mi spaventa il sondaggio, dimostra che stiamo facendo un buon lavoro, ma non ci manderanno i sondaggisti al governo». E poi lancia un appello agli elettori del centrodestra, che, secondo una ricerca Ipsos, preferirebbero in caso di larghe intese un governo il M5s piuttosto che con il centrosinistra. "Chi ci conosce - afferma il vicepresidente della Camera - sa bene che non facciamo alleanze e la maggior parte degli elettori di centrodestra mi sa che è più preoccupata dai litigi. Li invito a votare direttamente M5s".

"Su immigrazione Renzi ha responsabilità pesantissime"
Di Maio, nell'intervista, parla anche di immigrazione, su cui "Renzi ha delle responsabilità pesantissime. Ciò che è emerso con il video della Bonino è scandaloso" e "ora provano a mettere delle pezze ma con pessimi risultati». Su questo tema, annuncia, "incontrerò mercoledì il capo missione di Frontex a Bruxelles per capire che margini ci sono per far rispettare norme e regole alle ong, e venerdì sarò a Ventimiglia a vedere il campo profughi. Dopo queste visite valuteremo il da farsi e suggeriremo al governo una cifra da stornare dal contributo che versiamo all'Unione europea. O ci aiutano su questo fronte o i nostri soldi ce li teniamo e facciamo da noi".