4 giugno 2020
Aggiornato 17:30
fintech

Mobile payments, così Hype (l'app di Banca Sella) raggiunge i 100mila clienti

Hype rappresenta un’innovativo modo di sostituire il denaro contate, rendendo facili e intuitive le transazioni digitali. Ora supera i 100mila clienti

Hype raggiunge i 100mila clienti
Hype raggiunge i 100mila clienti Shutterstock

BIELLA - Cresce a ritmi sostenuti l’innovazione targata BancaSella. Hype, l’app per la gestione del denaro e i pagamenti via smartphone del Gruppo Sella, ha superato i 100mila clienti. Un traguardo importante, all’indomani di due grandi novità: prima l’ingresso nel Fintech District realizzato a Milano lo scorso ottobre come punto nevralgico dell’evoluzione finanziaria poi, pochi giorni fa, l’implementazione con Apple Pay che consente di pagare online e nei negozi direttamente con la carta Hype.

Hype rappresenta un’innovativo modo di sostituire il denaro contate, rendendo facili e intuitive le transazioni digitali. Un fenomeno in crescita quello del mobile payment che - secondo l’Osservatorio Fintech & Digital Finance della School of Management del Politecnico di Milano - rappresenta il servizio più utilizzato tra gli utenti internet italiani. Nel 2016 il mobile remote payment - cioè i pagamenti effettuati con l'utilizzo del cellulare al posto di altri strumenti di pagamento - ha raggiunto la cifra di oltre 600 milioni di euro, aumentando la quota di mercato del 61% rispetto all’anno precedente. In linea con i trend di mercato Hype ha registrato durante il corso dell’anno un incremento mensile superiore al 20%, con il numero dei clienti che è quasi triplicato rispetto al 2016.

Leggi anche: «Fintech, l'innovazione guidata da Banca Sella: «Punto d'ispirazione anche per altri Paesi» »

Nello specifico Hype è un’applicazione che introduce un nuovo modo di gestire il denaro, interamente attraverso un’app, e trasforma il proprio smartphone in un conto di moneta elettronica che consente di fare velocemente e semplicemente operazioni quali il trasferimento di denaro tra privati e i pagamenti online e nei negozi fisici, nonché di pianificare i propri obiettivi di risparmio e di spesa. Hype può essere scaricato gratuitamente ed è operativo in pochi minuti, anche senza avere un altro conto corrente e senza dover firmare e spedire documenti cartacei. Una volta installata l’app sul proprio smartphone, infatti, basta registrarsi inserendo i propri dati e facendosi riconoscere attraverso una foto del documento d’identità e un selfie e in breve tempo l’applicazione è immediatamente operativa. Si riceve al proprio indirizzo anche una carta contactless collegata al conto di moneta elettronica e ad un codice Iban, utile anche per ricevere bonifici o farsi accreditare lo stipendio.

La carta Hype può anche essere «messa in pausa»: dall’app basta visualizzare l’immagine della carta e con un semplice «tap» sullo schermo del telefono scegliere di mettere in pausa la carta per qualsiasi utilizzo o se limitare temporaneamente gli acquisti online, quelli nei negozi fisici o disattivare il prelievo di contanti tramite bancomat. Per riattivare la carta basta un semplice tocco sullo schermo del telefono e questa diventa nuovamente, immediatamente, attiva.  Hype è anche un wallet, con il quale si possono registrare fino a cinque carte di pagamento di qualsiasi banca.

Come sopra annunciato, da inizio dicembre, inoltre, possibile pagare tramite la propria carta Hype online e nei negozi con Apple Pay, grazie all’integrazione tra il sistema di pagamento tramite iPhone e gli altri device Apple e l’app di gestione del denaro del Gruppo Sella. Hype fornisce così ai propri clienti che hanno un dispositivo Apple, un servizio ancora più completo, migliorando ulteriormente l’esperienza di pagamento. In estate Hype e The Adecco Group hanno siglato un accordo grazie al quale tutti i lavoratori della società leader nel mondo nei servizi dedicati alla gestione delle risorse umane, hanno la possibilità di utilizzare The Adecco Group Card by Hype, una versione ad hoc dell’app per i tutti i lavoratori sia interni che esterni del Gruppo Adecco.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal