29 novembre 2020
Aggiornato 11:00
L'annuncio dell'agenzia spaziale russa, Roskosmos

ISS, rientrati i tre astronauti

Si è trattato del primo atterraggio notturno di una capsula Soyuz dal novembre del 2012, il sesto della storia per quanto riguarda il programma spaziale russo. Lanciato con successo il cargo Cygnus per la ISS.

MOSCA - Rientro sulla Terra riuscito per il cosmonauta Oleg Kononenko e gli astronauti Kjell Lindgren e Kimiya Yui, partiti dalla Stazione Spaziale internazionale «Alpha» e atterrati nelle steppe del Kazakhistan a bordo della navetta Soyuz Tma-17M: lo ha annunciato l'agenzia spaziale russa, Roskosmos.

Primo atterraggio notturno
Si è trattato del primo atterraggio notturno di una capsula Soyuz dal novembre del 2012, il sesto della storia per quanto riguarda il programma spaziale russo.
I tre astronauti erano arrivati sulla Iss il 23 luglio scorso, sei ore dopo il lancio dal cosmodromo di Baikonur: per Lindgren e Kimiya si trattava della prima esperienza in orbita, mentre Kononenko ha accumulato 533 giorni nello spazio.

Lanciato con successo il cargo Cygnus per la ISS
Il quinto degli undici veicoli di rifornimento Cygnus per la Stazione Spaziale Internazionale è stato lanciato con successo dalla base di Cape Canaveral, in Florida, tramite vettore Atlas V. Lo rende noto Thales Alenia Space.
A bordo del Cygnus ci sono oltre tre tonnellate di carico per la Stazione spaziale Internazionale tra rifornimenti, equipaggiamenti scientifici e materiale per le "passeggiate spaziali». Il cargo trasporta anche esperimenti, tra i quali la Portable On-Board Printer, progettata e realizzata in Italia. Si tratta di una stampante, progettata e costruita da Altran e Thales Alenia Space sotto il coordinamento dell'Asi, che sperimenterà la tecnologia 3D printing in assenza di gravità. L'obiettivo è creare pezzi di ricambio e strumenti di lavoro direttamente nello spazio, riducendo notevolmente il costo delle future missioni spaziali.

Realizzata da Thales Alenia Space
Raggiunta la Stazione Spaziale Internazionale, la navicella Cygnus sarà catturata dal braccio robotico e agganciata alla porta Nadir del Nodo 1. Completata la sua permanenza sulla Iss la navicella sarà sganciata dal Nodo 1 per iniziare la fase di rientro, disintegrandosi durante l'ingresso in atmosfera e bruciando una massa di detriti equivalente approssimativamente al carico trasportato alla Stazione.
La navicella Cygnus è costituita da due componenti base: il modulo di servizio e il modulo cargo pressurizzato Pcm (Pressurized Cargo Module realizzato da Thales Alenia Space. «Questo volo, che utilizza per la prima volta la configurazione ottimizzata del modulo Pcm di Cygnus, è molto significativo per Thales Alenia Space, perché conferma il valore delle nostre tecnologie spaziali d'avanguardia», ha affermato Donato Amoroso, Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia e Deputy Ceo di Thales Alenia Space. «Riflette sia la consolidata esperienza di Thales Alenia Space nel contributo alla Stazione Spaziale Internazionale, sia l'innovazione come elemento chiave della nostra strategia. Prevediamo di continuare lo sviluppo del modulo Pcm Cygnus anche in vista di applicazioni future, come supporto logistico per l'esplorazione del sistema solare», ha concluso.