20 luglio 2019
Aggiornato 12:01
L'ultimo viaggio del Presidente in carica

Obama in Grecia: la Nato e un'Europa forte e unita vitali per gli Usa

Il presidente in carica Barack Obama in Grecia ha rassicurato gli alleati a proposito della visione degli Stati Uniti in merito alla Nato e al destino dell'Ue

ATENE - La Nato è «assolutamente vitale» per gli Stati Uniti d'America. Parola di Barack Obama, che ha voluto rassicurare l'Europa e lanciare un monito indiretto al suo successore Donald Trump, che in campagna elettorale aveva messo in discussione uno dei pilastri dell'Alleanza Atlantica. Durante la sua visita in Grecia, ad Atene, nel corso dell'ultima missione in Europa del suo secondo mandato, Obama ha ricordato: «La Nato è assolutamente vitale, è un'alleanza fondamentale per la sicurezza e la prosperità del Paese».

Un'Europa forte e unita per il bene di tutti
Inoltre Obama, nell'incontro con il presidente greco Prokopis Pavlopoulos ha detto che un'Europa forte e unita è un bene per tutti: «Crediamo che un'Europa forte, prosperosa e unita sia positiva non solo per il popolo d'Europa ma anche per il mondo, e sia positiva per gli Stati Uniti». Poi, incontrando il primo ministro greco Alexis Tsipras, ha annunciato che continuerà a sostenere con i suoi alleati dell'Unione Europea la tesi che l'austerity, da sola, non basta.

No all'austerità
«Nel mio messaggio al resto d'Europa - ha precisato - continuerò a enfatizzare la nostra visione: che da sola l'austerità non può portare prosperità», aggiungendo che sarebbe importante un alleggerimento del debito greco. Il governo greco di sinistra, d'altra parte, punta molto su Obama per persuadere gli europei ad avviare discussioni sul debito e le politiche di rigore che hanno fatto piombare il Paese in una recessione da cui non si è più ripreso.