23 maggio 2022
Aggiornato 15:30
Guerra Russia-Ucraina

I dubbi sui nuovi negoziati di Zelensky: «Putin vuole cancellare l'Ucraina»

Bombardamenti e violenti combattimenti proseguono a Kharkiv e Kherson, che sarebbe stata conquistata dalle truppe russe. Da questa mattina risuonano ripetutamente le sirene di allarme aereo nella capitale

Il Presidente dell'Ucraina, Volodymyr ZELENSKYY
Il Presidente dell'Ucraina, Volodymyr ZELENSKYY Foto: Unione Europea

KIEV - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato oggi che le forze di Kiev hanno ucciso quasi 6.000 militari russi in sei giorni di guerra ed ha ammonito Mosca sul fatto che «non può vincere con le bombe e i missili». Zelensky ha pubblicato un messaggio sul suo canale Telegram, invitando gli ebrei di tutto il mondo a «non rimanere in silenzio», dopo l'attacco missilistico al memoriale dell'Olocausto di Babyn Yar a Kiev. La Russia, ha detto, sta cercando di «cancellare» l'Ucraina e la sua storia. «Hanno l'ordine di cancellare la nostra storia, cancellare il nostro paese, cancellare tutti noi», ha commentato, mentre prosegue l'offensiva dei russi in tutto il Paese.

Bombardamenti e violenti combattimenti proseguono a Kharkiv e Kherson, che sarebbe stata conquistata dalle truppe russe. Da questa mattina risuonano ripetutamente le sirene di allarme aereo nella capitale. Intanto resta l'incertezza per il secondo round di colloqui tra le parti al confine tra Bielorussia e Polonia, previsto per oggi, che potrebbe saltare o essere comunque rinviato. Fonti confermano a Ria Novosti che la delegazione ucraina non è per ora arrivata sul luogo previsto e assicurano che «le trattative si terranno, forse in serata».

In sintesi, la cronaca delle ultime ore di guerra:

- Secondo il servizio di sicurezza dell'Ucraina, le truppe russe aviotrasportate sono sbarcate a Kharkiv, la seconda città più popolosa dell'Ucraina. Le autorità ucraine hanno detto che verso le 3 del mattino, al loro arrivo, i militari di Mosca hanno ingaggiato pesanti combattimenti con le forze ucraine.

- Almeno 21 persone sono state uccise e 112 ferite dai bombardamenti nella seconda città più popolosa dell'Ucraina, Kharkiv , ha detto il governatore regionale.

- Le autorità ucraine affermano che un attacco missilistico russo verso le 8:10 del mattino ha colpito un edificio dle dipartimento di polizia e la sede di un'università a Kharkiv. Nella notte, inoltre, è scoppiato un incendio in un ospedale cittadino. Secondo un'allerta emessa poco prima delle 3 dall'agenzia statale per le comunicazioni speciali dell'Ucraina, i soldati russi hanno attaccato un centro ospedaliero militare nel nord della città.

- A Kherson, sul Mar Nero, nell'Ucraina meridionale, nella notte le forze russe hanno preso il controllo della stazione ferroviaria e del porto. La notizia è stata confermata dal sindaco della città, Igor Kolykhayev. Le forze armate russe hanno rivendicato il controllo dell'intera città. Le infrastrutture civili, le strutture di supporto vitale e i trasporti urbani funzionano in modo normale, ha detto il portavoce russo Igor Konashenkov, aggiungendo che la città non soffrirebbe di carenza di cibo e beni essenziali.

- Un attacco missilistico russo durante la notte ha ucciso almeno due persone nella città di Zhytomyr, che si trova a 120 chilometri a ovest di Kiev, secondo le autorità ucraine citate dalla Bbc. Il raid, che aveva per obiettivo una base aerea della città, ha colpito delle abitazioni residenziali vicine.

- Secondo il ministro della Difesa ucraino Oleksyi Reznikov, l'Ucraina riceverà più missili Stinger e Javelin dall'estero nelle prossime ore, nonché un'altra spedizione di droni turchi.

- Più di 450.000 persone sono entrate in Polonia dall'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa giovedì scorso, ha detto il viceministro degli Interni della Polonia Pawel Szefernaker a Radio Zet. Solo nella giornata di ieri hanno attraversato il confine 98.000 profughi, in lieve calo rispetto agli oltre 100.000 di lunedì.

- Le Nazioni Unite hanno affermato che almeno 136 civili sono stati uccisi durante l'invasione, sebbene il numero reale di persone sia probabilmente più alto. Circa 400 le persone rimaste ferite nei combattimenti. I dati diffusi dal governo ucraino suggeriscono invece che ben 352 civili sono morti e 1.684 feriti.

- La russa Sberbank sta lasciando il mercato europeo poiché le sue filiali devono affrontare grandi deflussi di cassa e minacce alla sicurezza dei dipendenti e delle proprietà, ha affermato la banca oggi.

- Il mercato azionario di Mosca rimarrà chiuso nella giornata odierna per il terzo giorno consecutivo, riporta il Moscow Times.

- Nel sesto giorno dell'invasione dell'Ucraina, gli Stati membri dell'Unione europea hanno ufficialmente approvato la messa al bando dei media russi RT (Russia Today) e Sputnik sul territorio europeo, a seguito di una riunione del Comitato dei rappresentanti permanenti dell'Ue (Coreper). Il provvedimento riguarda tutti i canali di trasmissione, online o televisivi (cavo, satellite, televisione IP, applicazioni, piattaforme Internet, ecc.).

- Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto per vietare ai russi di lasciare il paese con più di 10.000 dollari in valuta estera, riporta la Tass.

- Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha pronunciato il suo primo discorso sullo stato dell'Unione da Capitol Hill ieri sera, elogiando la determinazione del popolo ucraino a combattere e definendo Putin «un dittatore» che «ha fatto male i suoi calcoli» e che «pagherà un prezzo» per le sue azioni in Ucraina. Gli Stati Uniti vieteranno i voli russi nel loro spazio aereo, ha confermato il presidente.

- La Cina mantiene aperto il canale di comunicazione con l'Ucraina», ha detto il portavoce del ministero cinese degli Eseri Wang Wenbin in riferimento alla possibilità di un colloquio tra il presidente cinese Xi Jinping e l'ucraino Volodymir Zelensky.

- Oggi, Mercoledì delle Ceneri, avvio di Quaresima, è la «Giornata di preghiera e digiuno per la pace in Ucraina» indetta dal papa: lo ricorda lo stesso Francesco su Twitter con hastag #PreghiamoInsieme.