28 febbraio 2020
Aggiornato 07:30
Medio Oriente | Palestina

Abu Mazen vuole la riconciliazione con Hamas

Il presidente dell'Autorità nazionale palestinese si è impegnato ad «attuare tutti gli sforzi per accelerare l'attuazione della riconciliazione» con il movimento fondamentalista islamico Hamas. Due raid aerei israeliani a Gaza: ferito un palestinese

RAMALLAH - Il presidente dell'Autorità nazionale palestinese, Abu Mazen, si è impegnato ad «attuare tutti gli sforzi per accelerare l'attuazione della riconciliazione» con il movimento fondamentalista islamico Hamas.
Abu Mazen ha precisato che la sua riunione prevista con il capo di Hamas, Khaled Meshaal, avrà luogo «il 23 di questo mese al Cairo», durante un discorso a Ramallah in occasione del settimo anniversario della scomparsa del suo predecessore Yasser Arafat e del 23esimo anniversario della dichiarazione di indipendenza palestinese. «Allo scopo di accelerare l'attuazione della riconciliazione, continueremo a compiere tutti gli sforzi per accelerare la risoluzione delle questioni in sospeso, in primo luogo le elezioni presidenziali, politiche e del Consiglio nazionale palestinese, e la formazione di un governo di indipendenti per organizzare le elezioni e la ricostruzione della striscia di Gaza», ha dichiarato. «Indipendentemente dalle difficoltà, non rinunceremo al nostro diritto di aderire alle Nazioni Unite» in qualità di stato membro a pieno titolo, ha aggiunto Abu Mazen. «Se non ce la facciamo domani, ci riusciremo dopodomani», ha garantito, «La questione e gli argomenti politici che vi sono legati appariranno nel programma della mia riunione con Khaled Meshaal, capo dell'ufficio politico di Hamas».
«Deve esserci una decisione palestinese e una voce palestinese unica per voltare la pagina nera della divisione», ha giudicato Abu Mazen.

Due raid aerei israeliani a Gaza: ferito un palestinese - L'aviazione israeliana ha lanciato la scorsa notte due raid contro la Striscia di Gaza, ferendo un palestinese. Lo hanno riferito i servizi di sicurezza di Hamas, precisando che sono stati colpiti obiettivi a Beit-Lahia e a nord della città di Gaza.
Interpellato dalla France Presse, un portavoce dell'esercito ha confermato un raid israeliano contro «siti di terroristi» nella Striscia di Gaza. Ieri sera, razzi lanciati da Gaza sono caduti nel sud di Israele senza causare vittime.