Economia | Relazioni internazionali

Fincantieri, Pinotti contro Macron: «L'Italia non arretrerà di un millimetro»

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha commentato la scelta del presidente francese Emmanuell Macron di nazionalizzare i cantieri di Saint-Nazaire a dispetto dell'accordo con Fincantieri

GENOVA - «Su Stx e Fincantieri condivido quanto hanno detto Calenda e Padoan: l'Italia non farà un passo indietro, non è accettabile che ci possa essere una maggioranza coreana al 66% e non ci possa essere una maggioranza italiana. Su questo non ci muoveremo di un millimetro ma speriamo invece che, aprendo anche ad un ragionamento più approfondito sulla parte militare, possa esserci un accordo complessivo». Lo ha detto a Genova il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, commentando la cooperazione in campo militare proposta del governo francese. «Il dialogo con la Francia - ha sottolineato Pinotti- era già avviato. Sarebbe importante raggiungere un accordo che comprenda sia la parte civile che quella militare. Mi auguro - ha concluso il ministro della Difesa - che nell'incontro tra il ministro Calenda e il ministro dell'industria francese possano essere fatti passi avanti e che non sia una strada chiusa».